Tabellini 2024/2025 Andata - SOLO LA SERIE A

Calcio Napoli 2024/2025
Vai ai contenuti

Tabellini 2024/2025 Andata

Stagione 2024/2025


I TABELLINI GIRONE DI ANDATA

ACQUISTATE SU:

NR INFORMATICA.IT
VENDITA E ASSISTENZA IN TUTTA EUROPA



19^ GIORNATA

7 GENNAIO 2024


NAPOLI ALLO SBANDO
3 Torino-Napoli 0
Sconfitta azzurra all’Olimpico Grande Torino




FOTO: SSC NAPOLI


TORINO: Milinkovic-Savic 8; Djidji 7 (78' Sazonov S.V.), Buongiorno 7,5, Rodriguez 6,5, Bellanova 6,5, Ricci 7, Ilic6,5  (90' Gineitis S.V.), Lazaro 6,5, Vlasic 7 (90' Karamoh S.V.), Sanabria 8 (90' Seck S.V.), Zapata 6,5 (78' Pellegri S.V.). All. Juric 7


NAPOLI: Gollini 6; Di Lorenzo 4,5, Rrahmani 4, Juan Jesus 4, Mario Rui 6 (59' Zerbin 5), Cajuste 5 (77' Gaetano S.V.), Lobotka 6, Zielinski 5 (46' Mazzocchi S.V.), Politano 5,5 (69' Lindstrom 5,5), Kvaratskhelia 4, Raspadori 4 (59' Simeone 6). All.Mazzarri 5

Arbitro: Mariani di Aprilia 6

Marcatori: 43' Sanabria, 52' Vlasic, 66' Buongiorno
Note: espulso Mazzocchi al 50'. Ammoniti Zielinski, Juan Jesus.


l Napoli perde all'Olimpico Grande Torino in un match impietoso sotto il profilo dell'andamento e dell'esito. Gli azzurri hanno la prima occasione della partita per segnare a metà primo tempo: il destro di Raspadori a botta sicura viene salvato da Milinkovic-Savic. E' l'episodio che avrebbe potuto mutare l'inerzia della sfida. Invece il gol arriva dall'altro lato con un sinistro diagonale di Sanabria che chiude il primo tempo. Nella ripresa la svolta decisiva: Mazzocchi viene espulso, entrato da pochi minuti. Napoli in dieci e Toro che diventa impetuoso. Segnano Vlasic e Buongiorno, dopo poco più di un'ora siamo 3-0. Finisce lì e per gli azzurri è un pomeriggio grigio, angusto e oscuro. Si riprende sabato nel derby contro la Salernitana al Maradona, prima di volare in Arabia per la Supercoppa Italiana.







SSCNAPOLI


18^ GIORNATA

29 DICEMBRE 2023


MERET SALVA IL NAPOLI
0 Napoli-Monza 0
Pareggio al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 8 (74' Contini S.V.); Di Lorenzo 5, Rrahmani 6, Juan Jesus 6, Mario Rui 6, Anguissa 6, Lobotka 6 (85' Simeone S.V.), Zielinski 5 (71' Gaetano 5), Zerbin 5 (71' Lindstrom S.V.), Kvaratskhelia 7 , Raspadori 5. All. Mazzarri. 6


MONZA: Di Gregorio 7; Pedro Pereira 6,5 (46' Birindelli 6,5), Caldirola 6, D’Ambrosio 6 (76' Cittadini S.V.), Ciurria 6, Akpa Akpro 6,5 (63' Bondo 5,5), Gagliardini 6, Valentin Carboni 5 (57' Colpani 6), Pessina 4, Dany Mota Carvalho 5, Colombo 5 (76' Machin S.V.). All. Palladino 6

Arbitro: Di Bello di Brindisi 4,5

Note: ammoniti Pereira, Birindelli, Di Lorenzo, Cittadini, Gaetano, Kvaratskhelia, Bondo. Espulso Mazzarri all' 82'. Espulso Palladino al 93'.


Finisce senza gol al Maradona l'ultima partita del 2023. Un match che non riserva reti ma un'alta densità emotiva e un elevato tasso di lotta sportiva che si riverberano in un ricco faldone di cartellini ma anche in una sfida con occasioni vibranti. Il Napoli potrebbe schiodare la partita con un destro al volo di Anguissa in chiusura di primo tempo, Di Gregorio si conferma un portiere di futuro e talento. Poi la ripresa a ritmi forsennati, combattuta metro su metro. Kvara ha la palla d'oro in penetrazione, ma ancora Di Gregorio salva. Poi è il nostro portiere a mettere il punto esclamativo all'incontro. Rigore per il Monza per fallo di mano di Mario Rui su sinistro di Colpani. Va a tirare Pessina e Meret lo blocca. L'urlo del Maradona spinge gli azzurri che hanno il match point su un destro a giro di Gaetano nel cuore dell'area: Di Gregorio è ancora super. Finisce col fiato sul collo e l'adrenalina a mille. Il Napoli chiude l'anno con un pareggio ma anche con l’orgoglio dello scudetto sul petto. La vita è ciò che ti accade mentre fai progetti, eppure la memoria è l’unica eredità che in eterno definisce la nostra Storia.  Nel cielo del Maradona riverbera ancora l'inno alla Gioia. Il 2023 scandirà per sempre la Gloria dei Campioni d’Italia...






SSCNAPOLI


17^ GIORNATA

23 DICEMBRE 2023


UNA SCONFITTA IMMERITATA
1 Roma-Napoli 0
Sconfitta azzurra all’Olimpico




FOTO: SSC NAPOLI


ROMA: Rui Patricio 6; Mancini 6,5, LIorente 6, Ndicka 7, Kristensen 6 (75' Celik S.V.), Cristante 6,5, Paredes 6 (71' Pellegrini 7), Bove 6,5, Zalewski 6 (71' El Shaarawy S.V.), Belotti 6 (71' Azmoun S.V.), Lukaku 6,5. All. Mourinho. 6,5


NAPOLI (4-3-3): Meret 7,5; Di Lorenzo 6, Rrahmani 5, Juan Jesus 6 (88' Natan S.V.), Mario Rui 6 (81' Zerbin S.V.), Anguissa 5, Lobotka 6,5 (56' Cajuste 6), Zielinski 6 (87' Gaetano S.V.), Politano 5, Kvaratskhelia 5 (87' Raspadori S.V.), Osimhen 5. All. Mazzarri. 6

Arbitro: Colombo di Como 3

Marcatori: 76' Pellegrini, 96' Lukaku

Note: ammoniti Kristensen, Cristante, Paredes, Mario Rui, Belotti, Juan Jesus, Zalewski, Azmoun. Espulso Politano al 65' per fallo di reazione. Espulso Osimhen per doppia ammonizione


Il Napoli perde all'Olimpico e crolla dopo un'ora di totale equilibrio. Il dossier della sfida prende la direzione decisiva al 65' quando Politano viene espulso per un calcetto a Zalewski valutato come fallo di reazione. Napoli in dieci, la Roma pochi minuti dopo segna con una girata di Pellegrini. Cala la notte. Osimhen nello slancio estremo riceve la seconda ammonizione e si resta in nove. La Roma la chiude all'ultimo minuto di recupero con Lukaku. Finisce due a zero. Spiace dover racchiudere tutto il nodo del match in venti minuti finali, perchè prima il Napoli aveva tenuto bene l'aggressivita della Roma, guadagnando anche gradualmente campo. Poi gli episodi nefasti di una gara certamente fisica e a fior di nervi. Finisce male, magro e poco luminoso sarà il Natale azzurro. Si riprende, però, prima della fine dell'anno, con Napoli-Monza. L'ultima partita del 2023 che, comunque vada, resterà uno degli anni più meravigliosi ed indimenticabili della nostra storia.






SSCNAPOLI


16^ GIORNATA

16 DICEMBRE 2023


GRANDE VITTORIA
2 Napoli-Cagliari 1
Gol di Osimhen e Kvara. Successo azzurro al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 7; Di Lorenzo 6, Rrahmani 5, Juan Jesus 5,5, Natan 6 (59' Mario Rui 6,5), Anguissa 7, Lobotka 7, Cajuste 6 (59' Raspadori 6), Politano 7 (90' Zanoli S.V.), Kvaratskhelia 8 (90' Lindstrom S.V.), Osimhen 8 (82' Gaetano S.V.). All. Mazzarri 7


CAGLIARI: Scuffet 5,5 ; Nandez 6 (68' Zappa 6), Goldaniga 5,5 (79' Lapadula S.V.), Dossena 5,5, Augello 6, Jankto 5,5 (46' Deiola 5,5), Prati 6, Makoumbou 6, Oristanio 6 (67' Luvumbo 7) Petagna 5 (46' Obert 5,5), Pavoletti 7. All. Ranieri 6,5

Arbitro: Marcenaro di Genova 6

Marcatori: 69' Osimhen, 72' Pavoletti, 75' Kvaratskhelia

Note: ammoniti Osimhen, Goldaniga, Rrahmani, Pavoletti, Augello, Anguissa


Osimhen e Kvara. Victor e Khvicha. Quando sono appena passate le 8 di sera, il Maradona torna a recitare il mantra del tricolore. E se ci mettiamo anche il cross tagliato di Mario Rui, è completo il quadretto che rimembra ancora la copertina dello scudetto. Ci vuole più di un'ora, di una lunghissima maratona per sciogliere il gelo dei cielo di Fuorigrotta e spezzare le stalattiti di una sfida ghiacciata come il vento che annuncia il "Generale Inverno". Il "maestro" entra all'alba del secondo tempo dopo lo stop e si rimette a insegnare traiettorie meravigliose. E' il minuto 69, Mario Rui arrota un pallone delizioso, l'Uomo Mascherato di testa la incrocia al'incrocio e rivede la sceneggiatura dell'anno di Gloria. Il Cagliari ci mette l'orgoglio e pareggia subito, riportando il clima artico in campo. Ma è la serata dei Supereroi. Osimhen in area strappa un pallone tra una folla di difensori, lo difende e da terra crossa teso, arriva Kvara che bacia il palo e abbatte il castello dei 4 mori. La vinciamo alla vecchia maniera, con anima e cuore, che ancora vibrano sul petto tricolore. Il Maestro, il Mago Georgiano e l'Uomo Mascherato. Il Napoli rimette in copertina i Supereroi. Il Maradona torna a recitare il mantra dei Campioni...




Lo stacco di Osimhen per l'1-0




L'esultanza di Victor





Osimhen difende il pallone tra tre difensori e crossa in area



Kvara si avventa sulla palla e scarica in rete il gol del successo






SSCNAPOLI


15^ GIORNATA

8 DICEMBRE 2023


SCONFITTA IMMERITATA
1 Juventus-Napoli 0
Successo nerazzurro al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


Juventus: Szczesny 8; Gatti 8, Bremer 7, Danilo 6, Cambiaso 6,5 (90' Rugani S.V.), McKennie 6 (90' Iling Junior S.V.), Locatelli 6, Rabiot 6, Kostic 5 (83' Alex Sandro S.V.), Chiesa 6,5 (83' Keane S.V.), Vlahovic 6,5 (70' Milik S.V.). Allenatore: Allegri 7


Napoli: Meret 6,5; Di Lorenzo 4,5, Rrahmani 4,5, Juan Jesus 6, Natan 4,5 (72' Zanoli S.V.), Anguissa 6, Lobotka 7 (86' Cajuste S.V.), Zielinski 6 (65' Elmas 6,5), Politano 6,5 (72' Raspadori S.V.), Kvaratskhelia 4 (86' Simeone S.V.), Osimhen 6,5. Allenatore: Mazzarri. 7

Arbitro: Orsato di Schio 7

Marcatori: 51' Gatti
Note: ammoniti Kvaratskhelia, Bremer, Juan Jesus, Cajuste, Locatelli, Osimhen


Il Napoli esce da Torino con una sconfitta che può spiegarsi solo esplorando i misteriosi codici nascosti nelle pieghe del calcio. E' la dura legge del gol, un tema sul quale è stata scritta anche una canzone e sulle cui note gli azzurri riscrivono una beffarda e amara melodia nella notte fonda dell'Allianz Stadium. Eccolo il leit motiv del "libretto" della sfida. Nel cuore del primo tempo Osimhen combatte e conquista un pallone prezioso, lo offre alla penetrazione solitaria di Kvara che stoppa in velocità davanti al Szczesny ma con la porta aperta tira al cielo. Pochi minuti dopo un'altra palla rivestita d'oro giunge in area a Di Lorenzo: tiro a botta sicura di sinistro e stavolta il portiere polacco ci mette la mano, il corpo ed ogni dettaglio anatomico per salvare il risultato. Il primo tempo finisce 0-0 e non è solo un punteggio stretto, ma una vera e propria camicia di forza che attanaglia il Napoli come una maledizione ad oltranza. Perchè al rientro la Juve sforna il marchio preferito della casa: gol di testa di Gatti che fa 1-0. Poi si gioca a una porta, con il Napoli che riempie la metà campo bianconera con irruenza e volontà, ma non arriva il colpo vincente che avrebbe riportato la stadera della giustizia sulla testa della partita. Finisce con una buonissima prestazione che però si confonde nelle note malinconiche che rievocano la dura legge del gol nel cielo dell'Allianz Stadium. Si riparte martedì alla ricerca del primo obiettivo stagionale: la qualificazione agli ottavi di Champions tra le stelle del Maradona.








SSCNAPOLI


14^ GIORNATA

3 DICEMBRE 2023


PARTITA CONDIZIONATA
0 Napoli-Inter 3
Successo nerazzurro al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 6, Rrahmani 5, Ostigard 5, Natan 5 (87' Zerbin S.V.), Anguissa 6, Lobotka 6 (75' Zielinski S.V.), Elmas 6 (75' Lindstrom S.V.), Politano 6 (68' Raspadori S.V.), Kvaratskhelia 5, Osimhen 5. All. Mazzarri. 6


INTER: Sommer 9; Darmian 6 (87' Bisseck S.V.), De Vrij S.V. (18' Carlos Augusto 7), Acerbi 7, Dumfries 6,5 (77' Cuadrado S.V.), Barella 7, Calhanoglu 7, Mkhitaryan 6,5 (77' Frattesi S.V.), Dimarco 6, Lautaro Martinez 6, Thuram 7 (87' Arnautovic S.V.). All. Inzaghi 7

Arbitro: Massa di Imperia 4

Marcatori: 44' Chalanoglu, 62' Barella, 85' Thuram
Note: ammoniti Elmas, Mkhitaryan, Rrahmani, Darmian


L'Inter vince al Maradona e torna capolista del campionato. Il Napoli sfoglia un altro amaro dossier dei rimpianti perchè per i primi 40 minuti si è giocato praticamente davanti alla porta nerazzurra. Cercare la verità profonda in questo 3-0 sarebbe un esercizio approssimativo ed erroneo. La dimensione dell'esito è asimmetrica rispetto all'andamento della sfida. Le immagini di sintesi sono eloquenti e impietose. Dopo nemmeno 5 minuti Elmas calcia di forza e precisione, Sommer la toglie dall'incrocio dei pali. E mezzora più avanti Politano affila il sinistro a giro e colpisce la traversa. In quel momento preciso nessuno avrebbe potuto pensare a come sarebbe finista la storia. Ma la sorte e le vicissitudini calcistiche sono spesso estemporanee. L'Inter con un tiro straordinario, che non a caso capita di domenica, di Calhanoglu segna un gol di grande pregio e con l'1-0 se ne va al riposo. Nell'azione precedente Lautaro aveva fermato Lobotka con un intervento borderline che Massa ritiene regolare. Quando si torna in campo nel secondo tempo c'è un'altra svolta. Acerbi pesta il tallone di Osimhen che si era sfilato in area, sullo sviluppo Kvara salta un difensore e colpisce di sinistro, Sommer salva ancora il pareggio. Il VAR non interviene sul contatto almeno vigoroso su Victor. L'Inter resta avanti con buona stella e poi scappa. Segna Barella all'ora di gioco e la chiude Thuram nel finale in contropiede. La Beneamata è ancora capolista. Il Napoli beve l'ennesimo calice amaro del rimpianto.






Il tiro di Politano che colpisce la traversa sullo 0-0


SSCNAPOLI


13^ GIORNATA

25 NOVEMBRE 2023


LA PRIMA PERLA DI WALTER
1 Atalanta-Napoli 2
Gol di Kvara ed Elmas. Successo azzurro a Bergamo




FOTO: SSC NAPOLI


ATALANTA: Carnesecchi 5, Scalvini 5,5, Djimsiti 6, Kolasinac 6 (76' Bonfanti S.V.), Zappacosta 6 (33' Hateboer 6,5), Ederson 6,5, Koopmeiners 6, Bakker 5 (46' Ruggeri 6), Pasalic 6, Lookman  7 (83' Scamacca S.V.), De Ketelaere 5,5 (83' Muriel S.V.). All. Gasperini 6


NAPOLI: Gollini 6,5; Di Lorenzo 7, Rrahmani 5,5, Natan 6 (78' Ostigard S.V.), Olivera 6,5 (39' Juan Jesus 6), Anguissa 7, Lobotka 7, Zielinski 6 (78' Cajuste S.V.), Politano 6 (63' Elmas 7), Kvaratskhelia 7, Raspadori 6 (63' Osimhen 7). All.Mazzarri. 7

Arbitro: Mariani di Aprilia 6,5

Marcatori: 44' Kvaratskhelia, 53' Lookman, 79' Elmas
Note: ammoniti Natan, Djimsiti, Di Lorenzo, Kolasinac


Alle 8 della sera del Sabato del Villaggio l'urlo del popolo azzurro si alza dal Gewiss Stadium e rimbomba nel cielo di Bergamo. Il Napoli torna a vincere 21 giorni dopo, sfrecciando a 90 miglia all'ora con la Delorean di Mazzarri nel primo capitolo del Ritorno al Futuro dello struggente amarcord tecnico. Segna prima Kvara poi pareggia Lookman, tutti e due in fotocopia con inediti colpi di testa. Non è passata ancora un'ora e la partita diventa una sfida di lotta e di governo. Gambe, testa e cuore per guadagnare centimetri di supremazia, come quelli di "ogni maledetta domenica" in un remake anticipato di un giorno. Fino al sussulto che annuncia il trionfo. Osimhen si prende tutto l'attacco sulle spalle, sfida Carnesecchi e lo costringe al rinvio blando, sulla ribattuta ancora Victor vede Elmas affacciarsi sull'uscio della porta e gli chiede di spingerla dentro. Due a uno per noi. Sempre Elmas, come l'anno scorso. Si combatte per un altro pugno di minuti con Mazzarri che tiene stretto nel suo cappotto un immenso battito azzurro. Finisce quando stanno per scoccare le 8 di sera. La sera del Dì di festa nel Sabato del Villaggio. L'urlo di Napoli nel cielo di Bergamo!




La sequenza dello stacco vincente di Kvara






Il gol vittoria di Elmas



La dedica del cuore di Eljif


SSCNAPOLI


12^ GIORNATA

12 NOVEMBRE 2023


UNA PARTITA STREGATA
0 Napoli-Empoli 1
Sconfitta azzurra al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Gollini 6,5; Di Lorenzo 6, Rrahmani 6, Ostigard 6, Olivera 6 (84' Mario Rui S.V.), Anguissa 5,5 (72' Cajuste S.V.), Lobotka 6, Elmas 5 (54' Kvaratskhelia 6,5), Politano 6 (72' Lindstrom S.V.), Raspadori 5,5, Simeone 5,5 (54' Zielinski 6,5) Allenatore: Rudi Garcia 4


EMPOLI: Berisha 10 E LODE; Bereszynski 7 (63' Ebuhei 6,5), Ismajli 7, Luperto 8, Cacace 8, Fazzini 6,5 (71' Kovalenko 7), Ranocchia 6 (80' Grassi S.V.), Maleh 6,5; Cancellieri 6,5 (80' Maldini S.V.), Caputo 5,5, Cambiaghi 6 (63' Gyasi 6,5). Allenatore: Aurelio Andreazzoli 8

Arbitro: Prontera di Bologna 6,5

Marcatori: 91' Kovalenko
Note: ammoniti Cancellieri, Cajuste


In un pomeriggio angusto anche climaticamente, il Napoli cade contro l'Empoli in un "lunch match" dal sapore amaro. La pioggia inesauribile e il cielo di piombo annunciano la giornata più grigia di questo autunno. Le cime tempestose avvolgono il Napoli che aveva iniziato di impeto, volontà e spinta la partita. Le occasioni piovono come le gocce che scandiscono la bufera. Berisha salva prima su Politano e poi su colpo di testa di Anguissa a botta sicura. Poi il Napoli passa con Simeone, però ci sono due palmi di fuorigioco. Nella ripresa è ancora lotta ma cala il ritmo. Fino all'epilogo che poteva cambiare la storia. Kvara al 90esimo colpisce di sinistro violento e rabbioso in area, Berisha allunga il piede e benedice i suoi due metri di estensione con una super parata. Nell'azione successiva segna l'Empoli: Kovalenko incrocia un destro di gran pregio con il pallone che smette di ruotare quando arriva dritto all'incrocio. Vince l'Empoli, la pioggia del Maradona chiude la scena. Si riprende dopo la sosta. Schiena dritta e testa alta, la stagione è ancora lunga, ricca di impegni e intensa di appuntamenti...






La rete annullata a Simeone per fuorigioco


SSCNAPOLI


11^ GIORNATA

4 NOVEMBRE 2023


IL NAPOLI VOLA CON
RASPADORI ED ELMAS
0 Salernitana-Napoli 2
Gol di Raspadori ed Elmas. Gli azzurri vincono il derby dell’Arechi




FOTO: SSC NAPOLI


SALERNITANA: Ochoa 7; Mazzocchi 5 (81' Botheim S.V.), Fazio 6 (69' Daniliuc S.V.), Pirola 5, Bradaric 5, Legowski 5 (70' Bohinen S.V.), Coulibaly 6, Tchaouna 5, Candreva 5 (77' Castanos S.V.), Dia 5,5, Ikwemesi 5 (69' Stewart 5). All. Filippo Inzaghi 5


NAPOLI: Meret S.V.; Di Lorenzo 6,5, Ostigard 7, Rrahmani 7, Olivera 6,5, Zielinski 6 (87' Cajuste S.V.), Lobotka 7,5, Anguissa 6, Politano 6,5 (77' Lindstrom S.V.), Kvaratskhelia 6,5 (68' Elmas 7), Raspadori 7 (68' Simeone 6). All. Garcia 6,5

Arbitro: Rapuano di Rimini 7

Marcatori: 13' Raspadori, 82' Elmas
Note: ammoniti Mazzocchi, Di Lorenzo


La apre Jack, la chiude Eljif. "Quei bravi ragazzi" decidono il derby: 23 anni Raspa, 24 anni Elmas. La new age brilla e si impone nel derby dell'Arechi. Il Napoli, con un mese e mezzo di anticipo, accende e illumina di azzurro le luci di Natale a Salerno. Dopo un quarto d'ora, Jack si infila in area su un cioccolatino di Lobotka e chiude di destro nell'angolo lontano. A dieci dalla fine Eljif smeriglia il destro a giro e battezza il secondo palo per il 2-0. In mezzo c'è tanto Napoli ed anche il lodevole orgoglio della Salernitana che lotta restando in partita per oltre un'ora. Un match di spessore emotivo e intensità che riconcilia con un calcio caratteriale ma anche di qualità. Vince il Napoli con merito, forza, talento e anche sacrificio. Gli ingredienti per ripartire a riveder le stelle della Champions. Si riprende subito contro il muro di Berlino, nell'urlo del Maradona, nella notte dei Campioni in un mercoledì da Leoni...




Il diagonale vincente di Raspadori




L'esultanza di Jack e l'abbraccio del gruppo





La gioia di Elmas dopo la rete del 2-0




L'abbraccio di Eljif con Mario Rui




SSCNAPOLI


10^ GIORNATA

29 OTTOBRE 2023


POLITANO E RASPADORI
ACCIUFFANO IL MILAN
2 Napoli-Milan 2
Successo della Viola al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 5 (46' Ostigard 6,5), Natan 6,5, Mario Rui 5,5 (46' Olivera 7), Elmas 5 (46' Simeone 6,5), Lobotka 7, Zielinski 6,5 (77' Anguissa S.V.), Politano 8 (82' Zanoli S.V.), Kvaratskhelia 7, Raspadori 8. All. Garcia. 6,5


MILAN: Maignan 9; Calabria 8, Kalulu S.V.(19' Pellegrino 6, 86' Florenzi S.V.), Tomori 6, Theo Hernandez 6,5, Musah 6, Krunic 5, Reijnders 6, Pulisic 5 (46' Romero 6), Leao 6,5 (80' Jovic S.V.) Giroud 9 (80' Okafor S.V.). All. Pioli. 5,5

Arbitro: Orsato di Schio 7

Marcatori: 22' Giroud, 31' Giroud, 50' Politano, 63' Raspadori
Note: ammoniti Rejnders, Romero, Leao, Musah, Zanoli. Espulso al 89' Natan per doppia ammonizione


Il piede di Maignan piantato sulla linea di porta al 94esimo sventa una rimonta sensazionale del Napoli. Finisce con un pareggio ricco di emozioni e ripieno di sussulti nella notte del Maradona. Il Milan sembra poter bissare il colpo dell'anno scorso e allungare la serie luminosa di vittorie a casa nostra. Giroud in mezzora mette la testa ovunque e segna una doppietta che sa di sentenza. E invece il Napoli va nello spogliatoio dopo il primo tempo e rientra in campo con la kryptonite. Politano si inventa un numero di magia e fulmina il Diavolo con un sinistro tutta potenza. Poco dopo l'ora di gioco esce il Jack dal colpo di slot. Raspadori su punizione infila il palo lungo con un tiro a giro panoramico. Due a due in un quarto d'ora micidiale. Poi lotta palla su palla, voglia di vincere da tutti i lati, tanta intensità nervosa e fisica. Fino all'ultimo secondo. Manca nulla praticamente, Kvara salta tutti e chiude di sinistro: Maignan con le mani prega e col piede sinistro piantato sulla linea salva la remuntada azzurra. Finisce con una sequenza di immagini da Pathos la sfida del Maradona. Ognuna col proprio sollievo, ognuna con la propria bellezza, ognuna col proprio rimpianto, ma certamente con gli occhi pieni di palpitante spettacolo.




Il destro vincente di Raspadori su punizione




L'esultanza di Jack





SSCNAPOLI


9^ GIORNATA

21 OTTOBRE 2023


SOTTO IL SEGNO DI KVARA
1 Verona-Napoli 3
Successo della Viola al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


VERONA: Montipò 7,5; Amione 5 (46' Terracciano 5,5), Magnani 5, Dawidowicz 5, Faraoni 5,5, Hongla 5,5, Folorunsho 6, Doig 5,5, Serdar 5 (46' Lazovic 6,5) Ngonge 5 (46' Bonazzoli 6), Djuric 6  (78' Henry S.V.). All.: Marco Baroni 5


NAPOLI: Meret 8; Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Natan 7, Mario Rui 7 (67' Zanoli S.V.), Cajuste 7, Lobotka 8, Zielinski 7 (84' GaetanoS.V.), Politano 6,5 (84' Zerbin S.V.), Kvaratskhelia 8 (76' Lindstrom S.V.), Raspadori 6,5 (67' Simeone 6,5). All.: Rudi Garcia 7

Arbitro: Abisso di Palermo 7

Marcatori: 27' Politano, 43' Kvaratskhelia, 55' Kvaratskhelia, 60' Lazovic
Note: ammonito Magnani, Faraoni, Mario Rui, 80' Lindstrom


Sciuscià e Robin Hood. Tra neorealismo e fantasy il Napoli scrive le sue "stories" al Bentegodi e ritrova l'Inno alla Gioia nell'Arena di Verona. Apre la scena Politano che al volo in spaccata mette dentro un ricamo di Raspadori. Matteo lo abbraccia e Jack lo celebra con il gesto del lustrascarpe, il famoso "sciuscià" napoletano che ispirò il capolavoro di Vittorio De Sica. Poi il nastro gira con la progressione di Kvara che salta due avversari e chiude di sinistro sul primo palo. La sua esultanza con l'arco di "Robin Hood" anticipa la seconda freccia con la quale Khvicha centra il bersaglio pure dall'altra parte all'jnizio della ripresa con una cavalcata travolgente e raffinata. Doppietta magnifica. Siamo 3-0 dopo nemmeno un'ora. Il Verona accorcia di orgoglio, ma la partita è salda nelle mani e nella nostra qualità tecnica. Dal palco shakespeariano della romantica Arena, il Napoli snocciola il suo monologo e scandisce il ritorno sulla scena brillante del campionato. Un gioiello di Politano e due perle di Kvara. Sciuscià e Robin Hood, capolavori d'autore. Il cielo torna a brillare di azzurro tricolore...




Il sinistro al volo splendido di Politano che apre il match




La gioia di Matteo e l'abbraccio del Capitano





Politano che esulta con Raspadori che fa il gesto dello "Sciuscià" il lustrascarpe



La progressione e il sinistro vincente di Kvara per il 2-0



La penetrazione di Khvicha per il 3-0



Kvara scocca la seconda freccia





SSCNAPOLI


8^ GIORNATA

8 OTTOBRE 2023


RITORNANO LE STREGHE
1 Napoli-Fiorentina 3
Successo della Viola al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 5; Di Lorenzo 6, Ostigard 4,5, Natan 6, Olivera 5,5, Anguissa 5, Lobotka 6 (77' Gaetano S.V.), Zielinski 6,5 (77' Lindstrom S.V.), Politano 6 (57' Cajuste 5), Kvaratskhelia 6, Osimhen  6 (77' Simeone S.V.). All. Garcia. 4


FIORENTINA: Terracciano 7; Kayode 7 (83' Ranier S.V.), Milenkovic 7, Quarta  7, Parisi 7, Arthur 6,5 (83' InfantinoS.V.), Duncan 7 (83' Mandragora S.V.), Ikone 6,5 (89' Comuzzo S.V.), Bonaventura 8, Brekalo 7 (73' Nico Gonzalez S.V.), Nzola 6,5 . All. Italiano. 8

Arbitro: La Penna di Roma 7

Marcatore: 7' Brekalo, 45+5' Osimhen rig., 63' Bonaventura, 93' Nico Gonzalez

Note: ammonito Terracciano, Quarta, Bonaventura, Simeone, Cajuste.

Vince la Fiorentina nella notte del Maradona. Notte torva e scura per il Napoli che comincia sotto e finisce dietro. Il pareggio di Osimhen su rigore creato e concretizzato ha dato l'impulso agli azzurri per provare il sorpasso, ma il pallone è entrato dall'altro lato per l'allungo decisivo della Viola. I segnali della serata sono subito nefasti. Brekalo fa gol dopo neppure dieci minuti. Il Napoli ha almeno 3 palle pulite per pareggiare ed una rete annullata per fuorigioco. Il guizzo arriva nel recupero del primo tempo: Victor ruba tepo e palla a Terracciano che lo investe, rigore netto. Tira Osi che si riprende l'onere del dischetto e l'urlo del gol. Gioa effimera perchè nella ripresa, appena scoccata l'ora, Bonaventura la piazza nell'angolo di precisione e bagna la sua convocazione in Nazionale. Anche in questa seconda fase il Napoli avrebbe l'opportunità di pareggiare in un paio di occasioni chiare, ma evidentemente non è giornata. La chiude Nico Gonzalez quando era già finita. Vince la Viola per 3-1. Si riprende dopo la sosta a Verona e poi a Berlino per la Champions, prima del big match con il Milan. Ottobre è appena iniziato, la stagione è ancora lunga come l'orgoglio e la passione azzurra...




Il rigore di Osimhen, potente e preciso per l'1-1




L'abbraccio e la gioia di Victor





SSCNAPOLI


7^ GIORNATA

30 SETTEMBRE 2023


PRESTAZIONE SUPERLATIVA
0 Lecce-Napoli 4
Gol di Ostigard, Osimhen, Gaetano e Politano su rigore




FOTO: SSC NAPOLI


LECCE: Falcone 5; Gendrey 5, Baschirotto 5,5, Pongracic 5, Gallo 5 (61' Dorgu 5), Blin 5 (61' Gonzalez 5), Ramadani 5, Rafia 5 (61' Ouden 5), Strefezza 5 (71' Piccoli 5), Krstovic 5, Almqvist 5 (82' Cortizen5). All. D'Aversa. 5


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 6,5, Ostigard 7, Natan 7, Olivera 6,5, Anguissa 7, Lobotka 7 (75' CajusteS.V.), Zielinski 7 (83' Gaetano 7), Lindstrom 6,5 (58' Politano 6,5), Kvaratskhelia  7 (58' Raspadori S.V.), Simeone 6,5. All. Garcia. 7

Arbitro: Pairetto di Torino 7
Marcatori:: 16' Ostigard, 51' Osimhen, 88' Gaetano, 64° Politano

Note: ammoniti Simeone, Kvaratskhelia, Gallo, Ramadani, Gonzalez

Sette punti in una settimana, 8 gol in 3 giorni. Il Napoli si rimette in linea con la classifica nobile attraverso una tabella di crescita costante ed esponenziale di gioco, risultati ed entusiasmo. Una dieta punti ricostituente che irrobustisce le ambizioni e il valore dei Campioni d'Italia che portano a spasso lo splendore dello scudetto in un magnifico pomeriggio di sole al Via del Mare. Tra le onde azzurre spunta un fiordo norvegese, lo stacco glaciale di Leo Ostigard che squarcia subito il cielo salentino. Non passa neppure un'ora e c'è il remake deluxe della premiata coppia del gol: Kvara alza l'arcobaleno per Osimhen che vola con la velocità della luce dell'Uomo Mascherato. E' il colpo del KO. Kvara e Osi replicano nel dettaglio il sequel identico della perla che incastonarono alla Juventus l'anno scorso. La chiudiamo dominando con l'azzurro viscerale di Gianluca Gaetano che prima colpisce con un destro micidiale per il 3-0 e poi conquista il rigore. Politano si prende onere e onore del piatto ricco con poker servito. Il Napoli vince e straripa liddove non aveva ancora vinto nessuno. Sette punti in una settimana. Si chiude Settembre e si apre la caccia a Ottobre azzurro. Martedì c'è Napoli-Real Madrid, le stelle d'Europa brillano nella notte del Maradona...





L'esultanza di Ostigard al suo primo gol in Serie A





Lo stacco di Osimhen che inchioda in rete il 2-0



L'abbraccio della squadra a Victor





Il destro vincente di Gaetano




Politano spiazza Falcone e firma il poker su rigore


SSCNAPOLI


6^ GIORNATA

27 SETTEMBRE 2023


UN GRANDE NAPOLI
4 Napoli-Udinese 1
Successo netto al Maradona. Gol di Zielinski su rigore, Osimhen, Kvara e Simeone




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 7, Ostigard 7, Natan 7, Mario Rui 6,5, Anguissa 7 (83' Raspadori S.V.), Lobotka 7, Zielinski 8 (71' Cajuste S.V.), Politano 6,5 (63' Lindstrom 6), Kvaratskhelia 8 (83' Emas S.V.), Osimhen 7 (63' Simeone 7). All. Garcia 7


UDINESE: Silvestri 5,5; Perez 5,5, Bijol 5, Kristensen 5, Ebosele 5 (58' Ferreira 5), Payero 5, Walace 5 (59' Samardzic 6,5), Lovric 5 (72' Pereyra S.V.), Kamara 6, Thauvin 5 (58' Success 6), Lucca 5. All. Sottil 5

Arbitro: Manganiello di Pinerolo 7

Marcatori: 19' Zielinski rig., 39' Osimhen, 74' Kvaratskhelia, 81' Samardzic, 82' Simeone
Note: ammoniti Perez

Un mercoledì da leoni. Una notte da Campioni. Nel turno infrasettimanale di Settembre il Napoli manda un roboante promemoria per rinverdire chi siano i Campioni d'Italia. E' un messaggio a lettere cubitali, in ciclostile tricolore che scandisce un passato entusiasmante ancora presente e vibrante, declinando un orgoglio mai sopito. C'è un tempo per segnare e un tempo per chiudere. Dopo una ventina di minuti Kvara annuncia la serata, va in anticipo felino e lo stendono. Ci vuole il Var per indovinare che è inequivocabilmente rigore. Il rebus dal dischetto lo risolve Zielo: palla in angolo basso, 1-0! E prima di riposare è l'ora di esplodere. Victor Osimhen si avvinghia in area come un alligatore e di destro chiude sul palo lungo. Il suo abbraccio col gruppo intero nell'urlo del Maradona. E' l'immagine copertina di questa sera. Nel secondo atto si recita a soggetto. Kvara colpisce due pali e si dispera, ma poi scarta il regalo e pure mezza difesa per un gol meraviglioso. E come succedeva l'anno scorso nelle occasioni di festa, l'ultimo squillo è del Cholito che inchioda le quattro dita di testa. Sul finire di Settembre va in scena il remake di una notte da campioni in un mercoledì da leoni. Il popolo azzurro canta il nostro inno riaccarezzando lo scudetto sul petto. E' il messaggio più chiaro scritto nel cielo. Il Napoli è tornato!




Il rigore di Zielinski che spiazza Silvestri




L'esultanza di Zielo




Il destro piazzato di Osimhen che infila il 2-0




La penetrazione splendida di Kvara per il 3-0





SSCNAPOLI


5^ GIORNATA

24 SETTEMBRE 2023


UNA PARTITA SFORTUNATA
0 Bologna-Napoli 0
Pareggio al Dall’Ara




FOTO: SSC NAPOLI


BOLOGNA: Skorupski 7; Posch S.V. (10' De Silvestri 6,5), Beukema 6,5, Lucumi 6 (65' Calafiori 6), Kristiansen 6, Ferguson 6, Aebischer 6,5, Freuler 6 (82' El Azzouzi S.V.), Ndoye 6 (65' Saelemaekers 6), Karlsson 6,5 (82' Orsolini S.V.), Zirkzee 6. All. Motta. 7


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 6,5, Ostigard 7, Natan 7, Olivera 6 (46' Mario Rui 6), Anguissa 6,5, Lobotka 6,5 (86' CajusteS.V.), Zielinski 7, Raspadori 6 (67' Politano 6), Kvaratskhelia 6,5 (76' Elmas S.V.), Osimhen 5,5 (86' Simeone S.V.),. All. Garcia. 6,5

Arbitro: Ayroldi di Molfetta 7

Note: ammonito Olivera, Aibischer, Lobotka, Kvaratskhelia, Ndoye, Skorupski, Freuler, Politano, Mario Rui

Un palo clamoroso e un rigore sbagliato. Se la Dea della fortuna porta la benda sugli occhi, l'emoticon della cattiva sorte si infila la maschera di Osimhen. La sfida del Dall'Ara è tutta in queste due immagini. Victor che nel primo tempo vola alla sua maniera verso l'area e calcia di destro a incrociare: palo interno! E poi una quarto d'ora dalla fine la palla dal dischetto sfila fuori con Skorupski che dall'altro lato a terra può solo pregare. La copertina di Bologna-Napoli è la foto a tutta pagina di Osimhen con le mani nei capelli, con la sua maschera iconica che per una volta non è un inno alla gioia ma un simulacro di amarezza. Dire che il Napoli avrebbe meritato la vittoria è persino pleonastico, esiste la dura legge del gol che penalizza gli azzurri ben oltre l'immaginazione. Le occasioni propizie non si limitano alle due sequenze crude di Osimhen ma anche ad una bella dose di azioni penetranti che avrebbero meritato il coronamento vincente. E' il calcio, con la propria imponderabilità che però non cancella la prestazione azzurra. Una risposta concreta, positiva, solida ad ogni incertezza. Squadra viva e determinata, con gamba e carattere e convinzione feroce. Non è bastato per i 3 punti, ma la strada è lunga. I prodromi della crescita sono già in circolo. Si riparte mercoledì contro l'Udinese, senza sosta per un autunno ricco di emozioni da vivere tutte d'un fiato tra campionato e le stelle della Champions...




Lo sconforto di Victor dopo il rigore




Natan, oggi al debutto da titolare in Serie A





SSCNAPOLI


4^ GIORNATA

16 SETTEMBRE 2023


UN PAREGGIO SOFFERTO
2 Genoa-Napoli 2
Gol di Osimhen e Di Lorenzo. Primo successo stagionale al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


GENOA: Martinez 6,5; De Winter 6,5, Bani 7, Dragusin 6,5, Martin 6,5 (90' Vasquez S.V.), Sabelli 6 (74' Malinovskyi S.V.), Strootman 6.5 (77' Thorsby S.V.), Badelj 6,5, Frendrup 6,5, Gudmundsson 6,5, Retegui 7. All. Gilardino 7


NAPOLI (4-3-3): Meret 6; Di Lorenzo 6, Ostigard 6,5, Juan Jesus 5,5, Mario Rui 5,5 (58' Olivera 6), Anguissa 5,5 (58' Raspadori 8), Lobotka 5,5 (75' Cajuste 7), Zielinski 6,5, Elmas 5 (46' Politano 8), Kvaratskhelia 5,5 (89' Zerbin S.V.), Osimhen 6. All. Garcia 5

Arbitro: Fabbri di Ravenna 6,5

Marcatori: 40' Bani, 56' Retegui, 76' Raspadori, 84' Politano
Note: ammoniti Elmas, De Winter, Retegui, Cajuste

L'orgoglio dei campioni e il riflesso del Tricolore riportano il Napoli in superficie dall'apnea di Genoa. Gli azzurri risalgono dallo 0-2 al 2-2 in una mezzora di rabbia e furore. A Marassi sembrava la serata della Lanterna per la doppia fiammata di Bani e Retegui a cavallo tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo. Ma il Napoli non rimane in ginocchio. Si solleva prima con una frustata di sinistro di Raspadori e poi si scuote con una deliziosa girata al volo di Politano a pochi minuti dal 90esimo. Finisce in parità e c'è da prendersi l'oscurità della prima ora, ma anche la luce di una sequenza finale di fierezza e talento. Si ricomincia subito sul sentiero continentale. Mercoledì la Champions sfila sul red carpet internazionale. Il Napoli debutta in Portogallo, si apre la nuova avventura tra le stelle d'Europa...




Il sinistro di Raspa che si infila sotto la traversa




L'urlo di Jack




L'esultanza di Politano dopo il pareggio




SSCNAPOLI


3^ GIORNATA

2 SETTEMBRE 2023


SCONFITTA MERITATA
1 Napoli-Lazio 2
Gol di Osimhen e Di Lorenzo. Primo successo stagionale al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 4.5, Juan Jesus 4, Olivera 5 (66' Mario Rui 6), Anguissa 5,5, Lobotka 5.5, Zielinski 7 (84' Simeone S.V.), Politano 6 (75' Lindstrom S.V.), Kvaratskhelia 5,5 (66' Raspadori 6), Osimhen 6. All. Garcia. 4


LAZIO: Provedel 8, Marusic 6,5, Casale 6,5, Romagnoli 6, Hysaj 6,5 (81' Pellegrini S.V.), Kamada 7 (65' Guendouzi 6,5), Cataldi 6,5, Luis Alberto 8, Felipe Anderson 6 (80' Pedro S.V.), Immobile 6 (92' Isaksen S.V.), Zaccagni 6,5 (92' Castellanos S.V.). All. Maurizio Sarri. 7

Arbitro: Colombo di Como 7,5

Marcatori: 30' Luis Alberto, 32' Zielinski, 52' Kamada
Note: ammoniti Zaccagni, Luis Alberto

Vince la Lazio al Maradona. Come 6 mesi fa ancora un match nefasto per il Napoli che domina in maniera torrentizia nel primo tempo, senza riuscire a tesaurizzare le occasioni a valanga. Un segnale fatale di quello che sta per accadere. La Lazio passa nella prima azione in cui mette il naso fuori dalla trincea con un colpo di tacco virtuoso di Luis Alberto. Il Napoli pareggia in un battito di ali con Zielinski. Poi ancora palle gol che restano in canna per gli azzurri, fino alla svolta del secondo tempo. Kamada in contropiede segna il sorpasso. Il Napoli ci prova con orgoglio e impeto a rimontare, ma non è serata. Garcia avrà soprattutto da contare le opportunità non realizzate che avrebbero cambiato la storia del match. Si riprende dopo la sosta con testa alta e schiena dritta, in un mese di settembre che illuminerà anche le stelle della Champions. La storia è appena iniziata, l'avventura in Italia e in Europa continua...




Il pareggio di Zielinski





SSCNAPOLI


2^ GIORNATA

27 AGOSTO 2023


NAPOLI APPLAUDE I CAMPIONI
2 Napoli-Sassuolo 0
Gol di Osimhen e Di Lorenzo. Primo successo stagionale al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 8, Rrahmani 7, Juan Jesus 6,5 (90' Ostigard S.V.), Olivera 6,5, Anguissa 8, Lobotka 6,5 (83' Simeone S.V.), Zielinski 7 (83' Cajuste S.V.), Politano 7 (62' Kvaratskhelia 7), Raspadori 6,5 (83' Elmas S.V.), Osimhen 8. All. Garcia. 7


SASSUOLO: Consigli 7,5; Toljan 5, Erlic 5,5, Ruan 5,5, Vina 5 (61' Pedersen 5), Boloca 5 (61' Racic 5), Lopez 4, Henrique 6, Bajrami 5,5 (76' Thorstvedt S.V.), Laurienté 6 (61' Ceide 5,5), Pinamonti 5 (69' Mulattieri 5). All. Dionisi 5

Arbitro: Giua di Olbia 6,5

Marcatori: 16' Osimhen rig., 64' Di Lorenzo
Note: ammoniti Ruan. Espulso al 51' Lopez per proteste

Lo Scudetto torna a casa. Il Napoli riporta l'eco del Trionfo  liddove tutto era nato, elevando nel cielo del Maradona lo splendore  della maglia col tricolore. Quasi tre mesi dopo la sera del dì di festa,  un intero popolo accoglie e bagna l'esordio stagionale nella nostra  "Cattedrale". Il Napoli rimette l'Obelisco azzurro al centro del  villaggio, batte il Sassuolo con due colpi ben assestati per ogni tempo.  L'Uomo Mascherato e il Capitano, la prima copertina a casa nostra se la  prendono due simboli eterni. Osi segna il rigore della scossa, Dilo  infila il diagonale della sicurezza. Dopo un quarto d'ora proprio  Giovanni cuor di Leone lancia di tacco Politano che semina campo e viene  steso. Victor incastra il penalty con potenza e precisione. C'è solo  Napoli, occasioni ed emozioni sono all'altezza dei numeri esponenziali  della temperatura. Poi il Capitano, imbucato da Kvara, taglia la  bisettrice e chiude l'angolo alla perfezione. Finisce col crescendo  rossiniano del coro maradoniano. Due su due, 5 gol e 6 punti. Si  ricomincia sabato contro la Lazio. Ma per adesso, bentornato a casa  magnifico Scudetto.




Osimhen apre la sfida su rigore





L'esultanza di Victor nell'abbraccio del gruppo





Il diagonale di Di Lorenzo per il 2-0



La gioia del Capitano azzurro





SSCNAPOLI


1^ GIORNATA

19 AGOSTO 2023


UN DEBUTTO DA CAMPIONI
1 Frosinone-Napoli 3
Gol di Politano e doppietta di Osimhen. Successo al debutto dei Campioni d’Italia




FOTO: SSC NAPOLI


FROSINONE: Turati 5; Oyono 5,5, Monterisi 5,5, S. Romagnoli 5,5, Marchizza 5,5, Harroui 5,5, Mazzitelli  5,5 (75' Brescianini 5.5), Gelli 6, Baez 5,5 (75' Canotto S,V,), Cuni 5 (67' Borrelli 5,5), Caso 5 (67' Kvernadze 5,5). All. Di Francesco.5,5


NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 7,5, Rrahmani 6,5, Juan Jesus 6, Olivera 5,5 (76' Mario Rui 6), Cajuste 6 (46' Anguissa 6,5), Lobotka 6,5 (91' Ostigard S.V.), Zielinski 8, Politano 8 (76' Elmas S.V.), Osimhen 8, Raspadori 6,5 (81' Simeone 6,5). All. Garcia 7

Arbitro: Marcenaro di Genova 5

Marcatori: 7' Harroui rig., 24' Politano, 42' Osimhen, 79' Osimhen,
Note: ammoniti Oyono, Lobotka, Cajuste, Olivera, Mazzitelli

Dal 4 giugno al 19 agosto. Dall'ultima del Trionfo alla prima dello Scudetto. I Campioni d'Italia ricominciano da dove avevano lasciato, tolgono i veli al nuovo campionato e battezzano l'esordio lucidando il fregio d'onore del fresco tricolore. Le buone abitudini restano intatte in questo pomeriggio di Gala a Frosinone, come lo splendore dell'Uomo Mascherato che si ripresenta al ballo dei debuttanti lanciando il suo urlo di capocannoniere con la prima doppietta stagionale che è già un nuovo capitolo di un esaltante romanzo. La prima griffe della Serie A azzurra è però di Matteo Politano che apre la porta dello Stirpe, pareggia l'irruenza orgogliosa e impetuosa del Frosinone e lancia il Napoli sul velodromo del sorpasso. La marcia alta la infila Victor che in coda al primo rettilineo gira di destro un bolide di alta ingegneria calcistica e poi la chiude a 10 minuti dal vespro di fine estate con una progressione potente ed elegante. Vinciamo 3-1 nell'inaugurazione dell'Era tricolore. Si ricomincia domenica al Maradona dove si chiuderà agosto e si inizierà settembre nella doppia sfida con Sassuolo e Lazio. Per il momento applausi, sorrisi e palloni. Bentornati Campioni...




L'elegante girata di sinistro di Politano




Matteo esulta dopo il gol che sigla il pareggio




Il destro potente di Osi che infila il sorpasso



Il terzo gol di Victor in spettacolare contropiede




L'esultanza di Osimhen che segna la sua prima doppietta stagionale





SSCNAPOLI


Torna ai contenuti