Tabellini Champions League 2023/2024 - SOLO LA SERIE A

Vai ai contenuti

Tabellini Champions League 2023/2024

Stagione 2023/2024


I TABELLINI CHAMPIONS 2023/2024

ACQUISTATE SU:

NR INFORMATICA.IT
VENDITA E ASSISTENZA IN TUTTA EUROPA



OTTAVI ANDATA

21 FEBBRAIO 2024


LA NUOVA ERA INIZIA CON UN PAREGGIO
1 Napoli-Barcellona 1
Champions League / Napoli-Barcellona 1-1, gol di Osimhen. Pareggio al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI
NAPOLI: Meret 8; Di Lorenzo 6, Rrahmani 7,5, Juan Jesus 6,5, Olivera 6,5, Anguissa 7, Lobotka 7, Cajuste 6 (68' Traorè 7) Politano 5,5 (77' Raspadori 6,5), Kvaratskhelia 5,5 (68' Lindstrom 7), Osimhen 8 (77' Simeone s.v.). All. Calzona 7

BARCELLONA: Ter Stegen 6; Koundé 6, Araujo 6, Inigo Martinez 6,5, Cancelo 6, Gundogan 7, Christensen 6,5 (86' Romeu s.v.), De Jong 8, Yamal 5 (80' Rhaphina s.v.), Pedri 6,5 (81' Joao Felix s.v.), Lewandowski 8. All. Xavi 7

Arbitro: Zwauer (Germania) 7

Marcatori: 60' Lewandowski, 76' Osimhen
Note: ammoniti De Jong, Christensen


E' la notte dei numeri 9 al Maradona. inizia Lewandowski, finisce Osimhen. Napoli e Barcellona fanno 1-1 e la sfida si deciderà il 12 marzo in Catalogna. La rimonta azzurra, nonchè buoni tratti del match parlano di una squadra che ha dato una scossa all'inerzia riuscendo a sovvertire l'andamento che declinava in idioma spagnolo. Il debutto di Calzona rimanda alla memoria l'archetipo del Napoli brillante ed aggressivo del passato neppure tanto remoto e richiama, sia pur larvatamente in fieri quei concetti di gioco che sublimati hanno scritto la gloria recente. Ripartenza dal basso, irruenza sul recupero della seconda palla, spinta e coraggio: elementi che si sono evidenziati sotto traccia in questa notte di stelle d'Europa a Fuorigrotta. Equilibrio e tanta ricerca di possesso caratterizzano la prima ora di gioco per entrambi i versanti, poi Lewa la sblocca con un numero da bomber. Cala il silenzio al Maradona, ma non è tempo di rassegnazione. Gamba in spalla e idee chiare, il Napoli la gestisce con autorevolezza e Osimhen ad un quarto d'ora dalla fine marchia a fuoco la partita con un movimento dei suoi: strappo repentino, esplosività e precisione. Il corredo cromosomico del centravanti di razza. Poi il finale affrontato con carattere e sfrontatezza. Sono i prodromi incoraggianti di una nuova alba. A Barcellona si deciderà l'esito dell'ottavo di finale. Ma il Napoli c'è, l'orizzonte azzurro è ancora tutto da scrivere...



Il destro preciso di Osimhen per l'1-1



L'esultanza di Victor e del gruppo azzurro





SSCNAPOLI


6^ GIORNATA

12 DICEMBRE 2023


SI VOLA AGLI OTTAVI
2 Napoli-Braga 0
Champions League / Napoli-Braga 2-0, autogol di Saatci e rete di Osimhen. Azzurri agli ottavi di finale




FOTO: SSC NAPOLI
NAPOLI: Meret 7; Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Juan Jesus 7 (72' Ostigard 7), Natan 7, Anguissa 7, Lobotka 7 (69' Gaetano 7), Zielinski 7 (61' Cajuste 7), Politano 7 (61' Elmas 7), Kvaratskhelia 7, Osimhen 7 (69' Raspadori 7). All. Mazzarri. 7

BRAGA: Matheus 6; Gomez 5 (81' Mendes S.V.), Fonte 5, Saatci 5, Borja 6, Moutinho 6 (81' A.Horta S.V.), Pizzi 5 (46' Ruiz 5), Bruma 6,5, Zalazar 6 (68' Al Musrati 6), Horta 6, Banza 6. All. Arthur Jorge. 6

Arbitro: Vincic (Slovenia) 6,5

Marcatori: 9' Saatci (aut), 33' Osimhen
Note: ammoniti Banza, Mendes


Il Napoli è agli ottavi di finale di Champions League. Turno  superato in mezzora al Maradona, senza macchia e senza paura. Prima  l'autogol portoghese, poi il ruggito del Leone nigeriano, Victor Osimhen  che festeggia con il gol a 24 ore dalla conquista del Pallone d'Oro  africano. Era esattamente quello che andava fatto per poter gestire la  serata decisiva per la qualificazione evitando patemi ed effetti  collaterali. D'altro canto è il legittimo e meritato risultato per un  Girone nel quale il Napoli è certamente in credito soprattutto per le  due sfide con il Real dagli esiti avari, se non ingiusti, rispetto a  quello che ha detto il campo in termini di prestazioni. Ma il dado è  tratto, così come la prima frontiera europea è superata, con margine di  sicurezza ed adeguata autorevolezza. Il Napoli si qualifica come secondo  e lunedì conoscerà la sorte dell'avversario agli ottavi. Ma la croce  sul calendario è già segnata ed è quella del primo obiettivo raggiunto.  Adesso si ricomincia sabato col Cagliari, per cercare di riattaccare  anche in campionato il filo luminoso azzurro.



La palla che supera la linea sulla deviazione di Saatci



L'esultanza di Politano e Di Lorenzo che con la loro sovrapposizione a destra hanno propiziato l'autorete




Il cross di Natan per la deviazione vincente di Osimhen



L'esultanza di Victor, appena eletto Pallone d'Oro africano





SSCNAPOLI


5^ GIORNATA

29 NOVEMBRE 2023


UNA SCONFITTA BRUCIANTE
4 Real Madrid-Napoli 2
Champions League / Real Madrid-Napoli 4-2. Gol di Simeone e Anguissa




FOTO: SSC NAPOLI
REAL MADRID: Lunin 5,5; Carvajal 6, Alaba 6, Rudiger 6, Mendy 6, Valverde 6, Ceballos 6 (57' Joselu 5), Kroos 7, Bellingham 7,5, Brahim Diaz 7 (65' Paz 6,5), Rodrygo 7,5 (87' Vazquez S.V.). All. Ancelotti. 7

NAPOLI: Meret 5; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 5, Natan 4,5, Juan Jesus 6 (87' Zanoli S.V.), Anguissa 7, Lobotka 6 (87' Raspadori S.V.), Zielinski 6 (65' Elmas 6), Politano 6,5 (78' Cajuste S.V.), Kvaratskhelia 6,5 , Simeone 7. All. Mazzarri 6,5

Arbitro: Latexier (Francia) 6,5

Marcatori: 9' Simeone, 11' Rodrygo, 22' Bellingham, 47' Anguissa, 84' Paz, 94' Joselu
Note: ammoniti Zielinski, Cajuste


Il Napoli perde a Madrid, ma l'unica cosa negativa della sfida è il risultato. Perchè per 80 minuti e oltre si vede la personalità, il carattere, a qualità e il vigore degli azzurri che tengono in bilico l'esito del match e mettono i brividi al Real. Prima della cronaca, il succo della storia: il Napoli si gioca la qualificazione al Maradona contro il Braga, liddove bisogna conquistare almeno un punto. E sarebbe, onestamente, un passaggio agli ottavi meritatissimo se solo si considerano i due capitoli della saga contro le merengues. Tra andata e ritorno si è sempre vista una lotta alla pari, e sempre la sorte e gli episodi hanno premiato solamente il versante ispanico. Stasera segna prima il Napoli con il Cholito che sente sapore di derby paterno. Pareggia in un attimo Rodrygo con un tiro dei suoi all'incrocio. L'entusiasmo vola sulle ali madridiste e Bellingham si conferma una pepita d'oro segnando di testa il sorpasso. Il Bernabeu alza il suo boato al riposo, ma al rientro c'è il ruggito azzurro. Anguissa incrocia un destro di raffinatissima potenza e certosina precisione: 2-2. Poi c'è l'episodio che cerchia la prima svolta. Il Napoli parte in contropiede 3 contro 2, Anguissa lancia Kvara che taglia per Osimhen che è davanti alla porta spalancata: Carvacajal salva il sorpasso in spaccata. Da lì si combatte ancora in equilibrio sottile, fino ad un soffio dalla fine. Il ragazzino Nico Paz sfodera un sinistro velenoso e fa 3-2. Nel recupero c'è il pleonastico 4-2 di Joselu. Ma è brutta solo la delusione della sconfitta. Questo è un Napoli autorevole, coraggioso, serio e di spessore internazionale. Ci rivediamo al Maradona il 12 dicembre contro il Braga, con un unico coro del popolo azzurro sotto le stelle più luminose di Europa: The Champiooooons!!!


L'inserimento vincente del Cholito per l'1-0






Il destro potente di Anguissa per il 2-2



SSCNAPOLI


4^ GIORNATA

8 NOVEMBRE 2023


UN FINALE DISASTROSO
1 Napoli-Union Berlino 1
Champions League / Napoli-Union Berlino 1-1. Gol di Politano, pareggio al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI
NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 6, Rrahmani 6, Natan 6, Mario Rui 6,5 (77' Olivera S.V.) Anguissa 5,5, Lobotka 6 (77' Simeone S.V.), Zielinski 6,5 (91' Cajuste S.V.), Politano 7,5 (87' Lindstrom S.V.), Kvaratskhelia 6,5, Raspadori 6,5. All. Garcia 4,5

UNION BERLINO: Ronnow 6; Jaeckel 6, Bonucci 6, Diogo Leite 6, Juranovic 6 (64' Trimmel 6), Haberer 6 (79' Aaranson S.V.), Khedira 6 (70' Tousart S.V.), Laidouni 6 (70' Kral S.V.), Roussillon 6 (79' Gosens S.V.), Becker 6, Fofana 7. All. Fischer 7

Arbitro: Makkelie (Olanda) 6,5

Marcatori: 39' Politano, 52' Fofana
Note: ammoniti Bonucci, Jaeckel, Tousart, Simeone


Un'ora e mezza di dominio pressochè continuo. Eppure finisce in pareggio Napoli-Union Berlino. Un esito che può essere spiegato solamente scartabellando le regole scritte con inchiostro simpatico nelle pieghe dell'imponderabile calcistico. I tiri in porta azzurri sono elevati alla potenza, le occasioni da gol appartengono alla doppia cifra, il possesso palla e la mole di gioco sono da tabella unilaterale e inequivocabile. Ma il fascino misterioso del pallone è anche negli episodi imprevedibili. Il Napoli inizia con un fuoco di fila asfissiante: gol annullato dal Var ad Anguissa per fallo di Di Lorenzo in assist aereo, palo di Natan, fino al liberatorio guizzo di Politano che in inserimento travolgente devia di petto in porta un cross di Mario Rui: 1-0. Nella ripresa l'inerzia è la stessa, il dominio identico, ma al 52' su un contropiede che sopravanza le preventive azzurre, l'Union va in gol con un brillantissimo Fofana. Poi si gioca ancora col campo in discesa. Occasioni a ripetizione, attacchi al fortino teutonico, ma il muro di Berlino ritorna in vita riedificato dall'Union per l'occasione di gala. Finisce 1-1, la classifica del Girone sorride comunque al Napoli che è al secondo posto saldamente a due giornate dal termine. Si riprende domenica ad ora di pranzo contro l'Empoli per riannodare il cammino positivo in campionato. Poi ci sarà la sosta ed un Novembre di eventi da prima fila. L'emozione azzurra continua...



La deviazione vincente di Politano



L'esultanza di Matteo sotto la Curva

SSCNAPOLI


3^ GIORNATA

24 OTTOBRE 2023


RASPADORO
0 Union Berlino-Napoli 1
Champions League / Union Berlino-Napoli 0-1, decide un gol di Raspadori all’Olympiastadion




FOTO: SSC NAPOLI


UNION BERLINO: Ronnow 6; Diogo Leite 6, Doekhi 6 (80' Tousart S.V.), Gosens 6, Aaronson 6 (70' LaidomiS.V.), Khedira 6 (70' Kral 6), Fofana 6,5, Haberer 5 (80' Volland S.V.), Becker 6 (70' Behrens S.V.), Trimmel 5, Knoche 5 All. Fischer 6


NAPOLI: Meret 6,5, Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 6, Natan 7, Mario Rui 6,5 (71' Olivera S.V.), Cajuste 6 (46' Elmas 6), Lobotka 6, Zielinski 7, Politano 6,5 (81' Lindstrom S.V.), Kvaratskhelia 8 (89' Ostigard S.V.), Raspadori 8 (71' Simeone S.V.). All. Garcia. 7

Arbitro: Peljto (Bosnia) 7

Marcatori: 65' Raspadori

Note: ammoniti Trimmel, Rrahmani, Gosens, Haberer


Con il Kappa e il Jack, il Napoli trova l'asso vincente per fare all-in all'Olympiastadion. Il cielo sopra Berlino diventa azzurro dopo l'ora di gioco. Kvara solca il campo a sinistra seminando difensori e fiori di bach che diventano energia cinetica per il talento di Raspadori. Sinistro in girata che è una cartolina illustrata dalla luminosa Alexanderplatz. Il Napoli batte l'Union con una partita certosina come una tortura cinese che goccia a goccia rompe la roccia. Dopo un continuo incedere di accerchiamento alla trincea teutonica, arriva lo spazio di luce per accendere la sfida. E' il minito 65: Khvicha si inventa un prato verde su un campo zuppo di pioggia, Jack si avvita di potenza e precisione e di sinistro punta dritto al cuore. E' un gol splendido ma anche una dichiarazione di bellezza a tutta l'Europa. Il Napoli abbatte il muro di Berlino e si prende l'orizzonte Champions. Con il Kappa, il Jack e l'asso che sbanca l'Olympiastadion. Nello Stadio affidato al Mito c'è anche una stella che brilla d'azzurro...




L'urlo di Raspadori che risuona nella notte di Berlino




La squadra festeggia il successo sotto la curva azzurra



SSCNAPOLI


2^ GIORNATA

3 OTTOBRE 2022


UNA PARTITA SFORTUNATA

2 Napoli-Real Madrid 3

Successo delle merengues al Maradona




FOTO: SSCNAPOLI


NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 6,5, Ostigard 6, Natan 7, Olivera 6,5 (88' Mario Rui S.V.), Anguissa 7 (88' Simeone S.V.), Lobotka 6,5 (88' Cajuste S.V.), Zielinski 7 (75' Raspadori S.V.), Politano 6 (71' Elmas S.V.), Kvaratskhelia 6, Osimhen 6 All. Garcia. 6

REAL MADRID: Kepa 7; Carvajal 7, Rudiger 6,5, Nacho 6, Camavinga 6,5 (64' Mendy 6,5), Valverde 7, Tchouameni 6,5, Kroos 6 (64' Modric 6), Bellingham 7, Rodrygo 7 (75' Joselu S.V.), Vinicius Junior 7 (84' Ceballos S.V.). All. Ancelotti 7

Arbitro: Turpin (Francia) 6,5

Marcatori: 19' Ostigard, 27' Vinicius, 34' Bellingham, 54' Zielinski rig., 78' Valverde

Note: ammoniti Camavinga, Natan, Bellingham

Vince il Real Madrid, ma al Napoli resta una prestazione di personalità e carattere. Finisce 3-2 in altalena per le merengues e alla fine è emblematico l'applauso del Maradona a testimonianza dell'apprezzamento per una gara interpretata dagli azzurri con intensità e grande spessore agonistico. E' il bignami non solo tecnico ma anche emotivo di una serata che ha offerto emozioni, spettacolo e vibrazioni continue. Il Napoli passa con Ostigard che bissa lo stacco di Lecce e conferma la sua specialità in attitudine aerea. Il Real ha una fiammata a cavallo della mezzora sempre con Bellingham che mostra tutti i milioni di motivi dell'investimento madridista. Il talento inglese prima ruba palla e mette in porta Vinicius per il pareggio e poi sorpassa con una penetrazion e pesonale: 2-1 Madrid. Osimhen è a un centimetro dal pareggio sul finire di tempo, ma Kepa riesce a togliere la palla sulla linea con un balzo strepitoso. Si riprende cn il Napoli che spinge e che premia l'aggressività con un calcio di rigore assegnato dal Var per un fallo di mano di Nacho. Zielinski infila sul paletto e fa 2-2. Poi ancora Napoli con coraggio e mentalità, fino all'ennesima invenzione di Valverde che tira da una mattonella di casa sua e infila con un drop fulminante sotto la traversa. E' l'episodio che risolve il match ma che non sottrae al Napoli l'onore e il conforto per una serata in cui il grande calcio ci ha visto protagonisti. Si ricomincia domenica sempre al Maradona contro la Fiorentina. La stagione entra nel vivo, il cammino prosegue con fervore ed ambizione sia in campionato che in Champions...



Lo stacco imperioso di Ostigard




L'esultanza di Leo sotto la Curva




Il rigore vincente di Zielinski




SSCNAPOLI


1^ GIORNATA

20 SETTEMBRE 2023


UN ESORDIO COI FIOCCHI

1 Braga-Napoli 2

Gol di Di Lorenzo e autorete di Niakatè, Successo azzurro al debutto




FOTO: SSCNAPOLI


BRAGA: Matheus 7; Gomez 5, José Fonte 5,5, Niakaté 5, Borja 5 (85' Marin S.V.), Vitor Carvalho 6 (67' Zalazar 6), Al-Musrati 6, R. Horta 6, Djalo 6 (77' Banza 6), Bruma 6, Abel Ruiz 6 (86' Pizzi S.V.). All. Artur Jorge. 6

NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 8, Rrahmani S.V. (13' Ostigard 7), Juan Jesus 6,5, Olivera 6, Anguissa 6, Lobotka 6,5, Zielinski 7 (90' Natan S.V.), Politano 6,5 (66' Raspadori 6), Kvaratskhelia 6 (66' Elmas 6), Osimhen 6 (90' Simeone S.V.). All. Garcia. 6

Arbitro: Gozubuyuk (Olanda) 6
Marcatori: 45'+1 Di Lorenzo, 84' Bruma, 88' Niakatè (aut.)
Note: ammoniti Anguissa, Osimhen, Djalo, Politano, Fonte, Raspadori, Olivera, Juan Jesus

La C di Champions, la C di Capitano, la C di carattere. Il Napoli inaugura con le tre C il sentiero delle Stelle d'Europa. E' da cuore e batticuore quello che accade in Portogallo. Dopo un dominio assoluto nel primo tempo, con pali, traverse e occasioni a valanga, gli azzurri passano nel recupero con uno splendido sinistro di Di Lorenzo sotto l'incrocio. Poi nella ripresa c'è tutto il pathos di questo esordio internazionale. Il Braga pareggia all'84esimo con un colpo di testa di Bruma che festeggia gonfiando un palloncino nell'urlo dello stadio. Ma c'è ancora tempo per far esplodere il pallone vero dall'altro lato. Zielinski crossa teso e Niakitè per anticipare Osimhen devia nella sua porta. Il Napoli vince, soffre e libera la gioia di un successo che nella prima parte poteva assumere dimensioni nette. Ma i 3 punti arrivano lo stesso, con orgoglio e sacrificio. Il cielo è azzurro tra le stelle d'Europa, il Napoli è l'unica squadra italiana ad aver vinto in questa prima notte di Champions. Si ricomincia domenica contro il Bologna al Dall'Ara. Il tour de Force tra coppa e campionato è appena iniziato...



L'esultanza di Di Lorenzo



L'abbraccio del gruppo dopo la prima rete



SSCNAPOLI


Torna ai contenuti