Tabellini 2022/2023 Ritorno - SOLO LA SERIE A

Vai ai contenuti

Tabellini 2022/2023 Ritorno

Stagione 2022/2023


I TABELLINI GIRONE DI RITORNO

ACQUISTATE SU:

INFORMATICA NUSCANA.IT
VENDITA E ASSISTENZA IN TUTTA EUROPA


36^ GIORNATA

21 MAGGIO 2023


EN PLEIN AZZURRO
3 Napoli-Inter 1
Gol di Anguissa, Di Lorenzo e Gaetano. Gli azzurri battono tutte le 19 squadre di Serie A!




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 8, Rrahmani 7, Kim 7 (74' Juan Jesus 6), Olivera 7; Anguissa 8, Lobotka 8, Zielinski 7 (83' Gaetano 7), Elmas 7 (69' Raspadori 7), Kvaratskhelia 7 (83' Politano 7), Osimhen 6,5 (69' Simeone 6,5). All. Spalletti 7


INTER: Onana 7,5; D'Ambrosio 5,5, de Vrij 5, Bastoni 6, Bellanova 6 (74' Dumfries 5), Barella 5,5 (58' Brozovic 5,5), Asllani 5 (58' Acerbi 5), Gagliardini 4, Gosens 5,5  (80' Lautaro Martinez S.V.), Lukaku 6,5, Correa 5,5 (74' Di Marco S.V.). All. Simone Inzaghi.5

Arbitro: Marinelli di Tivoli 6

Marcatori: 67' Anguissa, 82' Lukaku, 85' Di Lorenzo, 94' Gaetano
Note: espulso Gagliardini per doppia ammonizione al 42'. Ammoniti Elmas

Le abbiamo battute tutte! Il Napoli vince contro l'Inter per 3-1 e si mette la corona ancora più splendente di Campione d'Italia. Con il marchio indelebile di aver superato almeno una volta tutte le 19 squadre in Serie A. All'appello del Trionfo mancava solo la Beneamata. Sulla Collina degli Stivali, la Falange di Spalletti sfida a duello l'unica avversaria da aggiungere alla propria collezione meravigliosa. I colpi sono 3 al calar del tramonto: Anguissa-Di Lorenzo-Gaetano. L'Inter cade, il Napoli si alza in volo ed erige la Piramide dello scudetto sulla pietra filosofale di una meravigliosa alchimia che va oltre la semplice materia. Poco dopo l'ora di gioco il Gigante d'Ebano si gira in area e scarica tutta la potenza nell'urlo del Maradona. L'Inter ci mette l'orgoglio della nobiltà e pareggia con Lukaku. Ma i titoli di coda non ci appartengono ancora, perchè al Maradona si gira un altro infinito Colossal. Il Capitano coraggioso punta lo sguardo all'orizzonte e scorge l'incrocio perfetto. Il sinistro di Di Lorenzo mettetelo nell'antologia della memoria, raccontatelo ai vostri figli che inseguono un pallone, perchè è una immagine che emana assoluto splendore. Come il sogno napoletano di Gianluca Gaetano che corre 50 metri con il cuore a mille e infila il gol che si sarà immaginato in ogni struggente notte della sua vita. E' la carica dei 101! Come le reti che il Napoli ha griffato in stagione. Le abbiamo battute tutte. Il corteo d'onore lo deve fare l'Italia intera. Fu veramente Gloria. I Principi azzurri volano leggiadri e inafferrabili nell'infinito romanzo della Storia!




La girata vincente di Anguissa








Gaetano al suo primo gol con la maglia azzurra in campionato




SSCNAPOLI


35^ GIORNATA

14 MAGGIO 2023


UNA SCONFITTA PREVEDIBILE
2 Monza-Napoli 0
Sconfitta azzurra all’U-Power Stadium




FOTO: SSC NAPOLI


MONZA: Di Gregorio 8; Izzo 6,5 (84' Antov S.V.), Marlon 6,5, Caldirola 6,5, Ciurria 6,5, Rovella 6,5 (76' Sensi S.V.), Pessina 6,5 (83' Machin S.V.), Carlos Augusto 6,5, Caprari 7 (68' Birindelli S.V.), Dany Mota 7, Petagna 7 (83' Carboni S.V.). All. Palladino. 7


NAPOLI: Gollini 7, Bereszynski 5 (62' Di Lorenzo 6,5), Rrahmani 5,5, Juan Jesus 5,5, Olivera 5,5, Anguissa 5,5 (62' Raspadori S.V.), Lobotka 5,5 (80' Simeone S.V.), Zielinski 7, Elmas 6 (62' Politano 6), Zerbin 5 (46' Kvaratskhelia 6,5), Osimhen 5,5. All. Spalletti 5,5

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria 4

Marcatori: 18' Dany Mota, 54' Petagna
Note: ammoniti Caldirola, Elmas

Vince il Monza all'U-Power Stadium che si impone 2-0 sul Napoli, alla sua prima trasferta con lo scudetto attaccato virtualmente sul petto. Partita quasi fisiologicamente con ritmi e intensità di fine stagione, comunque interpretata con impeto degli azzurri che comandano il gioco quasi per l'intero match, senza però trovare la giusta soluzione risolutiva. Le occasioni da gol ne arrivano, su tutte nel primo tempo una palla a centro area per Zerbin anticipato da una uscita disperata di Di Gregorio. Poi nella ripresa un palo di Olivera, un destro di Zielinski respinto ancora dal portiere e due falli da rigore abbastanza evidenti che l'arbitro Cosso decide di non analizzare neppure al VAR. Il Monza si conferma la bella rivelazione di stagione e segna due reti pregevoli con Dany Mota e Andrea Petagna che non esulta per il legame emotivo ancora fresco con il Napoli. Adesso si riprende tra 7 giorni al Maradona contro l'Inter. La terzultima sfida di un campionato strepitoso che può essere reso ancora più corposo sotto il profilo statistico e cospicuo rispetto ai 9 punti che sono in palio da qui al termine della stagione. C'è ancora una coda di emozione nella festa azzurra festa che è appena cominciata...










Victor Osimhen attuale capocannoniere della Serie A con 23 gol


SSCNAPOLI


34^ GIORNATA

7 MAGGIO 2023


LA FESTA AZZURRA
CONTINUA CON OSIMHEN
1 Napoli-Fiorentina 1
Gol di Osimhen su rigore. E’ azzurra la prima domenica da Campioni d’Italia




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Gollini 7,5; Di Lorenzo 6,5 Ostigard 7, Kim 7, Olivera 7, Anguissa 7, Demme 6,5 (46' Lobotka 7), Elmas 7 (84' Zerbin S.V.), Lozano 6,5 (45' Kvaratskhelia 7), Raspadori 6,5 (46' Zielinski 7), Osimhen 8 (78' Simeone S.V.). All. Spalletti. 7


FIORENTINA: Terracciano 7; Dodo 6,5, Milenkovic 5,5, Igor 5,5, Terzic 5,5, Amrabat 5,5 (76' Kouam S.V), Duncan 5,5 (67' Mandragora 5,5), Gonzalez 6, Bonaventura 5 (67' Castrovilli 5,5), Sottil 5,5 (76' Saponara 5), Jovic 5,5. All. Italiano. 5,5

Arbitro: Marchetti di Ostia 7

Marcatori: 74' Osimhen rig.

I Campioni dell'Italia siamo Noi. La "Voce 'e notte" che si alza nel cielo del Maradona è la colonna sonora che celebra la prima domenica del Napoli da campione d'Italia ed è il leit motiv di un cammino dominante e meraviglioso. Il Napoli batte la Fiorentina con un gol di Osimhen, l'Uomo Mascherato che comanda la classifica dei bomber e sovrasta ogni immaginario di Supereroe. Victor prima fa le prove generali su rigore al minuto 48 e Terracciano lo para. Ma il secondo ciak è quello buono per il Kolossal di Air Osi che ad un quarto d'ora dalla fine scarica in rete l'urlo del popolo azzurro. Conquistiamo la 26esima partita in campionato, nessuna squadra ne ha vinte di più sinora in Europa. Contiamo in fila 83 punti mentre il resto d'Italia non sfiora nemmeno i 70. E' una sovranità che marchia a fuoco il fregio del Regno di Napoli su ogni pensiero stupendo di un calcio struggente, suggestivo e ipnotico. Il Maradona chiude il sipario e si eleva la melodia di "Un giorno all'improvviso". Mi innamorai di te. Un Amore Eterno che dopo 33 anni ci illumina d'Immenso.

4 maggio 2023: la storia ha voluto ancora una data. L’urlo sale dal profondo dell’anima e tocca le corde del cuore, come una soave melodia angelica. Napoli è la Capitale della felicità. Da qui all’Eternità. Dipingiamo l’Universo di azzurro e balliamo sul Mondo. Popolo d’amore, Terra immortale di romantici sognatori e invincibili Eroi. Abbracciamoci forte. I CAMPIONI SIAMO NOI!




Il rigore di Osimhen che decide il match





SSCNAPOLI


La festa tricolore del Maradona
De Laurentiis:
“Dedicato a tutti i tifosi azzurri nel Mondo”.
Spalletti: “Grazie Napoli, vi voglio bene assai!”


La notte dei Campioni. Il grande cuore azzurro del Maradona batte forte per celebrare i protagonisti del terzo scudetto. Nella prima domenica del “Maggio dei Monumenti”, Napoli e il Napoli si stringono nell’abbraccio infinito di un popolo innamorato.


Le luci avvolgenti accendono la festa e dipingono il Tricolore nel cielo di Fuorigrotta. I campioni d’Italia sfilano all’americana ed ogni nome è un urlo che scandisce la meraviglia del Trionfo. Un successo storico, atteso, promesso, sognato e conquistato con pathos romanzesco e pregio letterario.

A rappresentare la “Grande Bellezza” di questo Napoli c’è Paolo Sorrentino che esprime la propria emozione prima di introdurre il Presidente De Laurentiis al quale lo lega la doppia passione per l’azzurro e per il cinema.



“Questa squadra è oltre la Grande Bellezza – dice De Laurentiis - questo è uno scudetto che va dedicato a tutti i settori dello stadio e a tutti i tifosi del Napoli che sono nel mondo”

“Quest’anno avrei voluto dedicarvi anche la Champions ma ci proveremo l’anno prossimo”.



Poi il Presidente introduce lo staff dirigenziale: il vice Presidente Edoardo De Laurentiis, l’Amministratore Delegato Andrea Chiavelli e il Direttore Sportivo Cristiano Giuntoli.

“E’ una sensazione meravigliosa – dice Chiavelli - un’emozione unica e impagabile che abbiamo sognato da anni. Questa è la dimostrazione che se si crede nel lavoro i sogni si avverano”.

Tocca a Cristiano Giuntoli: “Stasera ci tenevo a ringraziare Andrea Chiavelli e il Presidente De Laurentiis che 8 anni fa mi hanno chiamato e mi hanno cambiato la vita. Sarà sempre riconoscente ad Aurelio perché mi ha considerato come una persona di famiglia unitamente a Edoardo, Luigi e Valentina. Un pensiero va anche al mio papà che non è più con me”

“Voglio dire ai tifosi del Napoli di non preoccuparsi del futuro perché nelle mani di Aurelio De Laurentiis avrete sempre un futuro grandioso”

C'è anche l’emozione fortissima di Edoardo De Laurentiis. “Una persona anni fa mi disse che avremmo vinto lo scudetto. Questa persona è Cristiano Giuntoli. Siamo andati su e giù per l’Italia lavorando con grande passione. Adesso l’abbiamo vinto per noi e per il popolo napoletano. Forza Napoli!”



Poi arriva il momento della festa e del grande abbraccio tra il popolo azzurro e la squadra, fino a Luciano Spalletti che viene portato in trionfo prima di esprimere le parole del cuore.

"Se siete riusciti a far vincere un campionato anche a me, vuol dire che Napoli è veramente la città dei Miracoli. Se ci fosse un modo per trasformare la felicità e l'amore in energia elettrica, potremmo illuminare tutti gli stadi d'Italia. Grazie Napoli, grazie ai tifosi, siete stati i protagonisti di questa fantastica avventura. Vi volgio bene assai".



E' la notte della festa, è la notte del Maradona con il sorriso del D10S che splende dall'alto. E' la notte dei Campioni che hanno riscritto la storia. E' la notte di Napoli che dopo 33 anni si abbandona all'amore immenso per questo meraviglioso scudetto. Esplodono i fuochi tricolore sulle note di "We are the Champions", del mitico ragazzo della Curva di Nino D'Angelo e dell' inno immortale de "'O Surdato 'nnammurato". I Campioni siamo noi, in tutte le lingue del Mondo.





SSCNAPOLI


33^ GIORNATA

4 MAGGIO 2023


4 MAGGIO 2023
L' ATTESA E' FINITA
IL NAPOLI E'
CAMPIONE D' ITALIA
1 Udinese-Napoli 1
Gol di Osimhen. Pari al Dacia Arena. Siamo Campioni d’Italia!




FOTO: SSC NAPOLI


UDINESE: Silvestri 7; Becao 6,5, Bijol 6,5, Perez6,5, Ehizibue 6,5 (82' Ebosele S.V.), Samardzic 6,5 (82' Thauvin S.V.), Walace 6, Lovric 7 (78' Arslan S.V.), Udogie 6,5 (74' Zeegelaar S.V.), Pereyra 6, Nestorovski 6. All. Sottil. 6,5


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 7, Kim 7, Olivera 6,5; Anguissa 7, Lobotka 7, Ndombele 6,5 (64' Zielinski 6,5), Elmas 7, Kvaratskelia 7 (86' Lozano S.V.), Osimhen 8. All. Spalletti 8

Arbitro: Abisso di Palermo 7

Marcatori: 13' Lovric, 52' Osimhen
Note: ammoniti Ehizibue

Campioni d’Italia, Campioni d’Italia, Campioni d’Italia! Il Napoli vince il terzo scudetto della sua storia. L’ultima volta accadde 33 anni fa, nel 1990. Quello era il Napoli dello splendore maradoniano, delle stimmate messianiche del D10S che adesso veglia e sorride dall’alto sulla Cattedrale a cielo aperto dedicata al suo nome. Questo è il Napoli dell’imprimatur illuminato e visionario di Aurelio De Laurentiis, di una Società virtuosa, di una dirigenza ispirata, della sopraffina strategia tattica e della dialettica sagace di Luciano Spalletti. Il Napoli di un gruppo meraviglioso che ha portato in giro l’Enorme Bellezza di una squadra che inciderà a caratteri dorati e cubitali il proprio nome nel marmo della leggenda. Ad Udine finisce 1-1 col gol di Osimhen, l’Uomo Mascherato che diventa immagine iconica destinata alla più raffinata filatelia. E' la tappa finale di una corsa leggendaria. Termina la partita e comincia la festa infinita che parte dal Friuli e arriva al Maradona attraversando tutto il Continente e lo Stadio virtuale di una comunità planetaria senza confine.

4 maggio 2023: la storia ha voluto ancora una data. L’urlo sale dal profondo dell’anima e tocca le corde del cuore, come una soave melodia angelica. Napoli è la Capitale della felicità. Da qui all’Eternità. Dipingiamo l’Universo di azzurro e balliamo sul Mondo. Popolo d’amore, Terra immortale di romantici sognatori e invincibili Eroi. Abbracciamoci forte. I CAMPIONI SIAMO NOI!





L'esultanza di Victor




Sventola al Friuli la bandiera con l'immagine di Spalletti

SSCNAPOLI


32^ GIORNATA

30 APRILE 2023


LA FESTA E' SOLO RIMANDATA
1 Napoli-Salernitana 1
Gol di Mathias Oliveira per gli Azzurri




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 6, Kim 6,5, Olivera 7 (82' Juan Jesus S.V.), Anguissa 6 (90' Ndombele S.V.), Lobotka 6,5 (89' Simeone 6), Zielinski 6 (60' Raspadori 6,5), Lozano 6 (60' Elmas 6), Kvaratskhelia 6, Osimhen 6. All. Spalletti. 6


SALERNITANA: Ochoa 7,5; Daniliuc 6,5 (86' Lovato S.V.), Gyomber 6,5, Pirola 6,5, Mazzocchi 6,5 (68' Sambia 6,5), Vilhena 6,5 (68' Piatek 6,5), Coulibaly 6,5, Bradaric 6,5 (68' Bohinen 6,5) Kastanos 6,5, Candreva 6 (46' Botheim 6), Dia 7. All. Paulo Sousa. 7

Arbitro Marcenaro di Genova 6,5

Marcatori: 62' Olivera, 84' Dia

Note: ammoniti Zielinski, Olivera, Daniliuc, Pirola

Finisce 1-1 al Maradona con la Salernitana che la recupera a pochi minuti dalla fine. Segna Olivera poco dopo l'ora di gioco, poi pareggia Dia. Il Napoli domina, governa e comanda la partita, assapora i minuti della festa con lo stadio ricolmo di azzurro. Poi c'è l'imponderabile del calcio e anche il merito della Salernitana che non si scompone e ci prova con determinazione. Il Maradona canta e tiene in caldo la celebrazione per un campionato strepitoso. Finisce Aprile, l'orizzonte annuncia il mese in cui fioriscono nella nostra storia i trionfi che ispirano i più alti sentimenti. Sta arrivando il Maggio dei Monumenti...





Il gol di Olivera che infila l'angolo di testa





Il secondo gol di Mathias in campionato




SSCNAPOLI


31^ GIORNATA

23 APRILE 2023


TRIONFO AZZURRO
0 Juventus-Napoli 1
Gol di Raspadori al 93esimo, trionfo azzurro a Torino




FOTO: SSC NAPOLI


UVENTUS: Szczesny 5; Gatti 4, Rugani 6, Danilo 6, Cuadrado 5, Miretti 6 (61' Di Maria 6), Locatelli 6, Rabiot 6, Kostic 5 (61' Chiesa 6), Soulé  6,5 (66' Fagioli 6), Milik 5 (90' Vlahovic S.V.). All. Allegri. 5


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 7, Juan Jesus 7, Kim, 7 Olivera 7, Anguissa 7, Lobotka 8 (94' Rrahmani S.V.), Ndombele 6.5 (68' Zielinski) 7, Lozano 6.5 (68' Elmas 8), Kvaratskhelia 7 (86' Raspadori 9), Osimhen 8. All. Spalletti. 8

Arbitro: Fabbri di Ravenna 7

Marcatori: 93' Raspadori

Note: ammoniti Locatelli, Rabiot, Fagioli, Di Maria, Anguissa


JACKPOT! Il Napoli si prende il piatto ricco a Torino con  l'ultimo colpo di slot di Jack Raspadori. Un sinistro a volo  meraviglioso, potente ed elegante che si stampa sulla copertina del  campionato. Urla il popolo azzurro allo Juventus Stadium, la canzone è  quella dell'amore, la melodia si alza nella notte come il nuovo inno del  tricolore. Ci sono più punti che chilometri tra Napoli e il resto  d'Italia. E' la vittoria numero 25 in Serie A, il gol numero 67,  un'enormità che esprime la classifica strepitosa di una squadra che  resterà per sempre nella memoria. C'è tutto nella sfida, rivalità,  storia, lotta, emozioni e fierezza. Fino all'ultimo atto della Grande  Bellezza. Elmas vede lungo Raspa in ingresso d’area sulla sinistra, Jack  carica, mira e colpisce con una girata di classe pura e cristallina. Il  Napoli diventa una montagna umana che si abbraccia sotto la pioggia di  Torino che scandisce il ritmo delle lacrime di gioia dell’immensa  comunità azzurra. E’ il gol che fa vibrare gli animi di un intero popolo  all’imbocco dell’ultimo rettilineo verso felicità. Il Napoli fa Jackpot  e comincia ad assaporare gli attimi di eternità. Nessun dorma. Sta  arrivando l’Alba del Trionfo...




Lo splendido sinistro al volo di Raspadori




L'esultanza di Jack, uomo partita a Torino



SSCNAPOLI


30^ GIORNATA

15 APRILE 2023


CON LA TESTA AL MILAN
0 Napoli-Verona 0
Pareggio al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 6,5, Kim 6,5, Juan Jesus 6, Olivera 6, Anguissa 6, Demme 6 (64' Zielinski S.V.), Elmas 6 (73' Lobotka S.V.), Politano 6,5 (84' Zedadka S.V.), Lozano 6 (64' Kvaratskhelia 6), Raspadori 6 (73' Osimhen 6). All. Spalletti. 6


VERONA: Montipò 6; Dawidowicz 6,5, Hien 6,5, Ceccherini 6 (65' Coppola 6), Faraoni 6 (70' Terracciano S.V.), Tameze 6,5, Duda 6,5 (70' Verdi 6), Depaoli 6, Lasagna 6,5 (87' Ngonge S.V.), Abildgaard 6, Gaich 6 (65' Djuric 6). All. Marco Zaffaroni. 6,5

Arbitro: La Penna di Roma 5

Note: ammoniti Ceccherini, Terracciano, Dawidowicz, Kvaratskhelia


Un destro di Osimhen che smonta la traversa, non sblocca questo Napoli-Verona ma lancia una luce raggiante di auspicio sul match di Champions di martedì contro il Milan. E' tornata la V fiammeggiante di Victor che si concede i suoi primi 20 minuti di partita dopo lo stop. Ed è uno stralcio di gara confortante che esalta la spinta offensiva degli azzurri che regalano un finale emozionante anche se non culminato con un gol che sarebbe stato meritato. Il popolo del Maradona alla fine canta e lancia alto il ruggito verso la prossima notte dei Campioni. Il Napoli pareggia col Verona, tiene a distanza di autovelox e tutor autostradale il plotone del resto d'Italia e conta una partita in meno sul traguardo scudetto. Il destro di Osimhen che scuote la traversa, scuote anche i cuori azzurri. L'Uomo mascherato è tornato. Appuntamento martedì al Maradona, nella notte delle Stelle più splendenti d'Europa.











SSCNAPOLI


29^ GIORNATA

7 APRILE 2023


GRANDE VITTORIA
1 Lecce-Napoli 2
Gol di Di Lorenzo e autorete di Gallo. Successo azzurro a Via del Mare




FOTO: SSC NAPOLI


Lecce: Falcone 5; Gendrey 6, Baschirotto 6, Umiti 6,5, Gallo 5, Maleh 6 (80' Askildsen S.V.), Hjulmand 6, Gonzalez 6 (71' Helgasol S.V.), Oudin 6, Ceesay 6 (80 Axel Krister S.V.), Di Francesco 7 (88' Banda S.V.). Allenatore: Baroni 6,5


Napoli: Meret 6,5; Di Lorenzo 7, Kim 7, Rrahmani 6, Mario Rui 6,5 (94' Olivera S.V.), Anguissa 6, Lobotka 6,5, Elmas 6,5, Lozano 6 (66' Ndombele 6,5), Kvaratskhelia 6 (94' Zerbin S.V.), Raspadori 6 (66' Simeone 6, 82' Politano S.V.). Allenatore: Spalletti 6,5

Arbitro: Manganiello di Pinerolo 6,5

Marcatori: 18' Di Lorenzo, 52' Di Francesco, 64' Gallo aut.
Note: ammoniti Gendrey, Ndombele, Umtiti


Lecce - Nel venerdì Santo, con l'imprimatur del Capitano, il Napoli vince a Lecce e smeriglia i punti Luce che lo dividono e lo elevano in classifica dal resto dell'Italia. Il Via del Mare è azzurro al termine di una sfida ardimentosa e fiera dei salentini, orgogliosa e caratteriale di un Napoli che sa lottare, correre e usare anche l'olio di gomito sulla brillantezza, anteponendo liddove è necessario la forza e il sacrificio alla qualità. Dopo una ventina di minuti segna "Dilo" con la sua specialità della girata di testa, su cross inedito e prezioso di Kim. Tutto il gruppo si abbraccia con Spalletti davanti alla panchina. E' una foto che spiega più di ogni parola. Il Lecce non si dà per vinto e ruggisce prima dell'ora di gioco il suo impeto con il gol del pareggio di Di Francesco. Il Napoli riprende con flemma la partita in mano e dopo pochi minuti sorpassa di nuovo con un autogol di Gallo che cerca di anticipare tutti su cross di Mario Rui ma gira nella sua porta. Il finale è bello tosto e gli azzurri rispondono presente con il piglio e la mentalità della capolista. Nessun dubbio o perplessità. Comanda Napoli, per quello che di fantastico ha compiuto, per le emozioni struggenti che ha regalato e per ciò che l'orizzonte saprà illuminare...




Lo stacco vincente di Di Lorenzo su cross di Kim: 1-0





L'esultanza del capitano e l'abbraccio del gruppo davanti alla panchina



L'autogol di Gallo per il sorpasso azzurro



SSCNAPOLI


28^ GIORNATA

2 APRILE 2023


CALO DI CONCENTRAZIONE
0 Napoli-Milan 4
I rossoneri si impongono al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI : Meret 6,5; Di Lorenzo 5, Rrahmani 5, Kim 6, Mario Rui 5, Anguissa 5, Lobotka 5 (68' Elmas 6), Zielinski 5 (68' Ndombele 6), Politano 5 (68' Lozano 6), Kvaratskhelia 6, Simeone 5 (76' Raspadori 6). All. Spalletti 5


MILAN: Maignan 6,5; Calabria 7, Kjaer 7, Tomori 8, Hernandez 6,5, Bennacer 7, Tonali 8, Diaz 9 (57' Saelemaekers 7), Krunic 6, Leao 9 (74' Rebic S.V.), Giroud 7 (74' Origi S.V.). All. Pioli 8

Arbitro: Rapuano di Rimini 5

Marcatori: 17' Leao, 25' Diaz, 59' Leao, 67' Saelemaekers
Note: ammoniti Giroud, Lobotka


Il Milan vince al Maradona per 4-0 in una sfida che nasce e finisce in salita per gli azzurri. E' la terza sconfitta in campionato per il Napoli che in stagione conta numeri impressionanti, non certo sbiaditi da una serata amara. Il Diavolo gioca una partita maiuscola e segna al quarto d'ora con Leao. Poco dopo il secondo gol di Brahim Diaz che dà una spallata alla gara. Il Napoli nella ripresa guadagna campo e sviluppa affondi più incisivi, ma scoccata l'ora Leao con un gran numero chiude la storia: 3-0. La quarta rete di Saelemaekers fa volume e rende roboante il risultato. E' la serata del Milan che coglie la forma migliore e il meritato successo. Il Napoli si tiene la sostanza di una classifica straordinaria e guarda avanti. E' la terza macchia su 28 partite di un campionato sinora imperioso e dominante. La domenica Delle Palme azzurra è buia e non regala lampi luminosi. Ma il calcio è fatto anche di serate oscure e l'imprevedibilità del pallone in una singola sfida può cancellare pure 20 punti di differenza. Lo comprende il Maradona che alla fine canta "vinceremo il tricolore". E probabilmente non è soltanto un coro di incoraggiamento...







SSCNAPOLI


27^ GIORNATA

19 MARZO 2023


TRIPUDIO AZZURRO
0 Torino-Napoli 4
Doppietta di Osimhen, gol di Kvara su rigore e rete di Ndombele. Spettacolo azzurro all’Olimpico




FOTO: SSC NAPOLI


TORINO: Milinkovic 6,5, Gravillon 5 (54' Djidji 5), Schuurs 5, Rodriguez 6,5; Singo 6, Linetty 5 (54' Ilic 5), Ricci 6, Vojvoda 5 (54' Bongiorno 5), Radonjic 5, Vlasic 5, Sanabria 5. All. Juric 6


NAPOLI: Meret 7,5; Di Lorenzo 8, Rrahmani 7 (72' Ostigard s.v.), Kim 8, Olivera 7, Zielinski 8 (65' Ndombele 7), Lobotka 7 (85' Gaetano S.V.), Anguissa 8, Lozano 6,5 (65' Elmas 7), Kvaratskhelia 9, Osimhen 9 (72' Simeone). All. Spalletti 9

Arbitro: Marchetti di Ostia 7

Marcatori: 9' Osimhen, 35' Kvaratskhelia rig., 51' Osimhen, 68' Ndombele
Note: ammoniti Gravillon


Il cielo è azzurro sopra Torino. E porta stampato il volto dell'Uomo Mascherato. Osimhen è la Stella Cometa che indica la direzione della Vittoria. Vola Victor, perchè in quest'anno di prodigi meravigliosi c'è un Uomo che sa volare e che ha messo le ali ad un popolo intero, che non ha solo la testa tra le nuvole ma anche un cuore che batte all'infinito, eternamente sospeso tra Storia e Mito. SuperOsi va in orbita dopo 10 minuti e non scende più. All'Olimpico granata avvistano un UFO. Prima un terzo tempo in mischia d'angolo, poi uno stacco aggrappato a un aquilone quando non è ancora arrivato il tramonto. In mezzo c'è il rigore di Kvara che esulta mostrando "la vena" come garba a Spalletti. Dopo un'ora siamo 3-0. Ed è festa tutto intorno, con la nostra gente che per la prima volta in stagione canta "Vinceremo il Tricolore". E nel brivido che corre sulla schiena c'è anche l'occasione per celebrare la griffe di Ndombele che entra e firma la quarta di copertina. Il Napoli vince la terza partita in una settimana, segnando 9 gol compresa la Champions. Sfondiamo quota 70 in Serie A ed Osimhen si siede sul Trono dei bomber con 21 reti. Il Cielo è azzurro sopra al campionato. E porta stampato il volto dell'Uomo Mascherato.




Il terzo tempo di Osimhen che apre la sfida






Khvicha esplode la sua energia nell'esultanza dopo il rigore del 2-0




L'abbraccio azzurro




Il Volo di SuperOsi per il 3-0 e la doppietta del capocannoniere del campionato



La corsa di Victor sotto la Curva




Ndombele supera Milinkovic per il 4-0





SSCNAPOLI


26^ GIORNATA

11 MARZO 2023


MAGIE AZZURRE AL MARADONA
AZZURRI TORNANO ALLA VITTORIA
2 Napoli-Atalanta 0
Magia di Kvara e colpo di testa di Rrahmani. Si alza al cielo l’urlo del Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Gollini 7,5, Di Lorenzo 8, Rrahmani 7, Kim 8 (76' Juan Jesus S.V.), Olivera 6, Anguissa 7, Lobotka 8, Zielinski 6,5 (66' Ndombele 6,5), Politano 6 (66' Elmas 6,5), Kvaratskhelia 9 (85' Zerbin S.V.), Osimhen 7 (85' Simeone S.V.). All: Spalletti. 8


ATALANTA: Musso 7; Toloi 6,5 (89' Lookman S.V.), Djimsiti 6 (44' Demiral 5), Scalvini 6,5, Maehle 5 (68' Zappacosta S.V.), De Roon 6, Ederson 5, Ruggeri 5, Pasalic 6 (68' Boga 5), Hojlund 5 (46' Muriel 5,5), Zapata 6. All: Gasperini. 5,5

Arbitro: Colombo di Como 6,5

Marcatori: 60' Kvaratskhelia, 77' Rrahmani
Note: ammoniti Ruggeri, Osimhen, Scalvini


KVARASHOW! Un riflesso di Luce Celestiale illumina il Maradona dopo un'ora. Kvaratskhelia entra in orbita stellare, salta tutta la Costellazione della Dea e scarica sotto la traversa un destro che è velluto e dinamite, potenza e splendore. E' un gol che rievocherà le magie dei più grandi fuoriclasse sia contemporanei che di un calcio romantico che declina la pura arte pedatoria. Il Napoli la schioda così, con un ritratto di classe cristallina che scuote l'anima. L'Atalanta si era chiusa a doppia mandata fino a quando Khvicha non trova la combinazione giusta per aprire la porta della Gloria. Un lingotto d'oro che mettiamo al sicuro ad un quarto d'ora dalla fine con uno stacco imperioso di Rrahmani che impreziosisce la cornice. Il Napoli torna alla vittoria e si alza forte l'urlo del Maradona. Con negli occhi una luce che viene da lassù, come quando nasce un prodigio. Il bagliore di Kvara. L'Astro più splendente del Cielo Azzurro.




Il destro vincente di Kvara





La corsa impazzita e l'esultanza di Khvicha





Lo stacco di Amir per il 2-0




SSCNAPOLI


25^ GIORNATA

3 MARZO 2023


SCONFITTA SALUTARE
0 Napoli-Lazio 1
Decide un gol di Vecino al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6,5; Di Lorenzo 7, Rrahmani 6,5, Kim 6,5, Olivera 5,5 (93' Zedadka S.V.), Zielinski 6 (82' Simeone S.V.), Lobotka 6 (82' Ndombele S.V.), Anguissa 6 (71' Elmas 6,5), Lozano 6 (71' Politano 5,5), Kvaratskhelia 6, Osimhen 6. All. Spalletti 6


LAZIO: Provedel 7; Marusic 7, Patric 7, Romagnoli 7, Hysaj 6, Milinkovic 6,5, Vecino 7, Luis Alberto 6,5 (88' Cataldi S.V.), Felipe Anderson 6,5 (59' Pedro 6), Zaccagni 6 (82' Cancellieri S.V.), Immobile 6. All. Sarri 7

Arbitro: Pairetto di Torino 6,5

Marcatori: 67' Vecino
Note: ammoniti Patric, Osimhen, Elmas, Marusic


La Lazio vince al Maradona con un gol di Vecino poco dopo un'ora. Il Napoli interrompe la serie di 8 successi consecutivi in campionato. Questa l'estrema sintesi, in mezzo c'è una partita molto combattuta, di grande connotazione tattica che gli azzurri hanno governato come possesso e propositività, ma che la Lazio ha saputo impostare con una difesa aggressiva e molta compattezza. Il Napoli avrebbe potuto pareggiare con Osimhen ma il pallone è finito sulla traversa dopo un colpo di testa imperioso di Victor. Gli azzurri escono con la delusione della sconfitta ma giammai con l'onta dell'esito generale della prestazione avendo interpretato la sfida sempre con le corde della autorevolezza e della personalità. Molto bello il gol di Vecino che fa parte del corredo dei colpi che possono spezzare l'equilibrio, ma altrettanto bene il Napoli per mentalità e carattere. Marzo è appena iniziato, si torna in campo tra 8 giorni contro l'Atalanta al Maradona. La passione azzurra batte sempre forte. L'avventura continua...









SSCNAPOLI


24^ GIORNATA

25 FEBBRAIO 2023


DOMINIO AZZURRO. GLI AZZURRI
VOLANO A +18 IN CAMPIONATO
0 Empoli-Napoli 2
Autogol di Ismajli e rete di Osimhen. Ottavo successo consecutivo azzurro in campionato




FOTO: SSC NAPOLI


EMPOLI: Vicario 7,5; Ebuehi 5,5 (68' Stojanovic 5,5), Luperto 6, Ismajli 5, Parisi 6,5, Marin 6, Henderson5  (57' Grassi 6), Haas 5,5 (76' Pjaca S.V.), Baldanzi 5, Satriano 5 (77' Vignato S.V.), Piccoli 5 (57' Caputo 5). All. Zanetti 6

NAPOLI: Meret 6,5, Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Minjae 7, Mario Rui 6, Anguissa 6,5 (93' Gaetano S.V.), Lobotka 8, Zielinski 7 (93' Ndombele S.V.), Lozano 7 (70' Olivera S.V.), Kvaratskhelia 8 (71' Elmas S.V.), Osimhen 8 (84' Simeone S.V.). All. Spalletti 8

Arbitro: Ayroldi di Molfetta 6,5

Marcatori: 17' aut. Ismajli, 28' Osimhen
Note: ammoniti Henderson, Grassi, Lozano. Espulso al 67' Mario Rui per gioco scorretto.

L'Ottava Meraviglia. Il Napoli chiude il mese di Febbraio con il successo consecutivo numero 8 in Serie A. Dall'8 gennaio a oggi è venuta giù una cascata azzurra impetuosa e inarrestabile sul campionato. In totale sono 21 vittorie su 24 giornate che sommate ai 6 successi in Champions League fanno 27 sfide con sopra stampato a fuoco un marchio azzurro indelebile. E' uno di quei casi in cui è la matematica a fare storia, antologia e letteratura. Una media impressionante per una Falange che non conosce trincee inesplorate, che non paga dazio a nessuna dogana e che avanza senza macchia e senza paura su ogni territorio. Al Castellani segna un gol e mezzo Osimhen. Per anticipare la furia di Victor, Ismajli infila la palla nella propria porta e una decina di minuti dopo è l'Uomo MaScherato che con la voracità di un predatore scarica in rete una respinta di Vicario su destro di Kvara. E' il nono gol consecutivo di Air Osi in campionato, il decimo se si aggiunge anche quello a Francoforte in Champions. In mezzora siamo 2-0 e la serata ha già la dissolvenza del trionfo. Nel secondo tempo governiamo il campo attenuando con magistrale flemma l'inferiorità numerica per l'espulsione di Mario Rui. Dopo la settimana tra Reggio Emilia, Germania e Toscana, adesso si torna al Maradona per la doppia sfida nella nostra Cattedrale contro Lazio e Atalanta. Per iniziare anche Marzo come Napoli comanda...



La deviazione di Ismajli che per anticipare Osimhen infila la sua porta




Il tap in vorace di Victor che riprende il pallone ribattuto da Vicario su destro di Kvara: 2-0




L'esultanza di Osimhen al nono gol consecutivo in campionato




SSCNAPOLI


23^ GIORNATA

17 FEBBRAIO 2023


UN NAPOLI INARRESTABILE
0 Sassuolo-Napoli 2
Gol di Kvara e Osimhen. Settimo successo consecutivo azzurro in campionato




FOTO: SSC NAPOLI


SASSUOLO: Consigli 6; Zortea 5, Tressoldi 5, Erlic 5, Rogerio 6, Frattesi 6 (85' Alvarez S.V.), Lopez 5 (85' Obiang S.V.), Henrique 6 (79' Thorstvedt S.V.), Bajrami 6 (79' Ceide S.V.), Laurienté 6, Defrel 6 (57' Pinamonti 5). All. Dionisi 6

NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Kim 8, Olivera 6,5, Anguissa 7 (78' Ndombele S.V.), Lobotka 8, Elmas 6,5 (85' Zerbin S.V.), Politano 6,5 (58' Zielinski 6,5), Kvaratskhelia 8 (78' Lozano S.V.), Osimhen 8 (84' Simeone S.V.). All.Spalletti 8

Arbitro: Colombo di Como 7

Marcatori: 12' Kvaratskhelia, 33' Osimhen
Note: ammoniti Laurentiè, Elmas, Zielinski, Lopez

Il terzo colpo del KO in 12 giorni. Ancora i gemelli del gol, Kvara e Osimhen, il genio della Lampada e il Supereroe Mascherato. Il Napoli vince a Reggio Emilia, così come aveva vinto a La Spezia e contro la Cremonese al Maradona. Gol di Kvaratskhelia e Osimhen, un mantra che riempie l'anima, una filastrocca che scandisce le favole dei bambini. Khvicha e Victor non alimentano solo la letteratura e il romanzo popolare ma riscrivono anche i teoremi algebrici segnando 7 gol in combinata in 3 gare consecutive e dando vita a un sistema binario che entra nelle sequenze più sofisticate ed esponenziali del calcio spettacolo. Il primo di Kvara è un pezzo di arte contemporanea: slalom sulla Via Emilia e destro disegnato col pennello. Il secondo di Osi è un bassorilievo dadaista: diagonale impossibile che infila la bisettrice tra potenza e precisione. La Galleria azzurra espone altre due opere d'autore da stampare sulla copertina della Serie A. Il Napoli sfonda il tetto dei sessanta, ne conta 62 in virtù della 20esima vittoria in campionato su 23 gare e il settimo successo consecutivo. Da inizio gennaio a metà febbraio è partito un Intercity Freccia Azzurra che non conosce stazioni. E adesso si viaggia oltre confine, sul red carpet della Champions League. L'avventura continua tra le stelle più luminose d'Europa...



Lo slalom irresistibile e il destro di Kvara: 1-0



L'urlo e il bacio di Khvicha





Il diagonale stretto e potente di Osimhen che infila il 2-0



L'esultanza di Victor





SSCNAPOLI


22^ GIORNATA

13 FEBBRAIO 2023


NAPOLI TRITATUTTO
3 Napoli-Cremonese 0
Gol di Kvara, Osimhen ed Elmas. Festa azzurra al Maradona




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 6; Di Lorenzo 7, Rrahmani 6,5, Kim 7, Mario Rui 6,5 (70' Olivera 6,5), Anguissa 7, Lobotka 7 (86' Demme S.V.), Zielinski 6,5 (70' Elmas 7), Lozano 6,5 (83' Ndombele S.V.), Kvaratskhelia 8 (83' Raspadori S.V.), Osimhen 7. All. Spalletti 7

CREMONESE: Carnesecchi 7; Ferrari 5,5 (46' Valeri 5), Chiriches 5,5, Vasquez 5 (68' Ghiglione S.V.), Sernicola 6, Pickel  5,5(60' Castagnetti 6), Meité 5 (76' Acella S.V.), Benassi 6, Aiwu 5,5, Tsadjout 5 (60' Ciofani 5), Felix 5. All. Ballardini 6

Arbitro: Massimi di Termoli 6

Marcatori: 21' Kvaratskhelia, 65' Osimhen, 79' Elmas
Note: ammoniti Vasquez, Aiwu

NAPOLI - Kvara e Osi, il 77 e il 9. Il Napoli sferra un altro colpo del KO e stende la Cremonese nel "revenge" match. Ancora loro, i gemelli del gol, il Nitrato e la Glicerina, la coppia più esplosiva del Pianeta. Per il piacere e il gusto ludico di chiudere il terno, arriva anche il 7 di Elmas che ormai quando entra dalla panchina diventa una sentenza. La sfida si apre con l'Happy Birthday di Kvara che celebra il suo compleanno facendosi il regalo più atteso. Dribbling a rientrare e destro al centimetro sul palo lungo: 1-0. La Cremonese ci mette l'ardimento di squadra indomita e tiene il campo con vigore fino all'ora di gioco. Poi però scocca il Big Bang per Osimhen. C'è una palla che vaga nell'area e chi la spinge dentro? L'Implacabile flash dell'Uomo Mascherato: 2-0! Victor viaggia ad una media gol che fa venire i brividi a tutto l'Establishment dei bomber. Vola "Air Osi" e a 10 minuti dalla fine si mette in scia Elmas che in diagonale si prende la gioia e l'urlo del trionfo. Il Maradona anticipa la festa di San Valentino e si veste elegante, fasciato di azzurro, in un abbraccio grande come il cielo per dichiarare l'amore immenso di un popolo sconfinato. Il Napoli marcia che è una meraviglia e manda a tutti un bacio grande come quello stampato sulla maglia di San Valentino. Febbraio è appena iniziato, il sogno non si è mai fermato...



Il destro tagliato e angolatissimo di Kvara che spalanca la partita



L'esultanza del georgiano





La deviazione rapace di Osimhen per il 2-0



La gioia di Victor




Elmas entra, segna e la chiude: 3-0





L'abbraccio tra Kvara e Osi. Il colpo del KO azzurro

SSCNAPOLI


21^ GIORNATA

5 FEBBRAIO 2023


UNA VITTORIA SPETTACOLARE
0 Spezia-Napoli 3
Gol di Kvara e doppietta di Osimhen.




FOTO: SSC NAPOLI


SPEZIA: Dragowski 5; Ampadu 5, Caldara 5 (76' Krollis S.V.),  Nikolaou 5; Amian 5, Bourabia 5, Esposito 5 (86' Wisniewski S.V.), Agudelo 6, Reca 5,  Verde 6 (76' Cipot S.V.), Shomurodov S.V. (76' Maldini S.V.). All. Gotti 5

  
NAPOLI: Meret 6, Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Kim 6,5, Mario Rui 7 (74' Olivera S.V.), Anguissa 7, Lobotka 7, Zielinski 7 (62' Elmas 6,5), Lozano 6 (46'  Politano 6,5), Kvaratskhelia 8 (74' Ndombele S.V.), Osimhen 8 (82' Simeone S.V.). All.  Spalletti 7

  
Arbitro: Di Bello di Brindisi 7

Marcatori: 47' Kvaratskhelia rig., 68' Osimhen, 73' Osimhen
Note: ammoniti Ampadu, Lozano, Caldara, Zielinski

Il colpo del KO. La K di Kvara, la O di Osimhen. L'acronimo del quinto successo consecutivo in campionato e di un cammino che sta assumento i connotanti di marcia trionfale. Il Napoli vince a La Spezia segnando 3 gol in mezzora appena si aprono le porte della ripresa. Dal minuto 47 al minuto 73 è la declinazione di un repertorio completo di potenza e qualità. Kvaratskhelia segna su rigore mettendola sotto l'incrocio. Poi Victor prende l'ascensore, quella che a Napoli si definisce "tram a muro", ed è l'immagine più efficace per spiegare l'esplosività di Osi. L'Uomo Mascherato sale in cielo trasformando una palla innocua che scende a piombo in oro zecchino girandola in rete come un Gigante tra gli umani. La sfida la chiude la premiata ditta. Kvara ruba palla in aera e invita a pranzo il socio in affari: doppietta di Osimhen e tutti a casa. Il colpo del KO. Dall'8 gennaio al 5 febbraio vinciamo senza sosta in campionato: 5 successi, 15 punti e lo splendore di 14 gol. Questo è il Napoli, bellezza. La Meraviglia continua...



Il rigore di Kvara che apre la sfida



Il bacio del georgiano dedicato al popolo azzurro



Lo straordinario stacco di Osimhen per il 2-0



L'esultanza di Victor




L'abbraccio tra Kvara e Osimhen, i due protagonisti del match



SSCNAPOLI


20^ GIORNATA

29 GENNAIO 2023


LA VITTORIA DEL CUORE
2 Napoli-Roma 1
Gol di Osimhen e Simeone. Strepitoso successo azzurro




FOTO: SSC NAPOLI


NAPOLI: Meret 7,5, Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Kim 8, Mario Rui 7 (68' Olivera 7), Anguissa 8, Lobotka 8, Zielinski7  (91' Ndombele S.V.), Lozano 6,5 (75' Raspadori S.V.), Kvaratskhelia 7 (69' Elmas 7), Osimhen 8 (75' Simeone 9). All. Spalletti.8

ROMA: Rui Patricio 8; Mancini 6, Smalling 6,5, Ibañez 5, Zalewski 5, Cristante 7 (88' Volpato S.V.), Matic 7 (73' Tahirovic S.V.), Spinazzola 6 (46' El Shaarawy 7), Pellegrini 7 (83' Bove S.V.), Dybala 6,5 , Abraham 6 (73' Belotti S.V.). All. Mourinho.6,5

Arbitro: Orsato di Schio 6,5

Marcatori: 17' Osimhen, 75' El Shaarawy, 86' Simeone
Note: ammoniti Dybala, Osimhen, El Shaarawy

Napoli - Choooooliiiitooooo! La Voce 'e notte del Maradona ha il cuore napoletano e l'animo argentino. Giovanni Simeone è il Cuor di Leone che fa esplodere l'urlo di Fuorigrotta che parte dalla Terra e arriva fino alla stratosfera superando il muro del suono scandendo il battito di un popolo intero. Sono le 10 e mezza di sera quando il Cholito si gira di sinistro e solleva l'incrocio dei pali con un colpo da campione di razza. Circa un'ora prima, dall'altro lato, Victor Osimhen aveva firmato un diadema di luce abbagliante che vale un intero collier di perle. Stop di petto, rifinitura di coscia e destro sotto la traversa. Un terzo tempo che applaudono pure in NBA. La Roma in mezzo al match ci mette corsa, potenza, orgoglio, tecnica e vigore mai domo. Quello che porta al pareggio di El Shaarawy ad un quarto d'ora dalla fine. Poi Spalletti mette dentro Simeone per Osi. La staffetta della gloria. Il Cholito al minuto 86' disegna la parabola che entra di diritto sulla copertina del campionato. Nei giorni della "merla" il Napoli abbassa la temperatura in tutta Italia e alza la testa verso la vetta tibetana. Un brivido irresistibile che parte dal cuore e attraversa l'anima. Oje vita, oje vita mia. La melodia della Felicità. La struggente voce 'e notte del Maradona...



Il destro al volo di Osimhen che apre il match



L'esultanza di Victor



L'abbraccio di Osi con Kvara





L'urlo di Simeone dopo il gol che vale il match





La festa degli azzurri sotto la Curva del Maradona

SSCNAPOLI


Torna ai contenuti