Interviste Azzurre - SOLO LA SERIE A

Home Page
Vai ai contenuti

Interviste Azzurre

Calcio Napoli

INTERVISTE AZZURRE

ACQUISTATE SU:

INFORMATICA NUSCANA.IT
VENDITA E ASSISTENZA IN TUTTA EUROPA

INFORMATICA NUSCANA offre il servizio di assistenza e consulenza informatica per Privati, Aziende, Enti Pubblici; qualsiasi problema abbia il vostro pc noi troveremo "sempre" la soluzione per risolverlo. Effettuiamo riparazioni hardware e ottimizzazioni software per qualsiasi tipo di bisogno. I nostri servizi di assistenza spaziano in una vasta gamma di tipologie, come la riparazione del pc, all' aggiornamento dell'harware (processore, memoria, scheda madre ecc), installazione di nuove applicazioni, l'ottimizzazione del sistema, Recupero Dati (anche in casi estremi di malfunzionamento), P.E.C., Firma Digitale con CNS  e SPID, collegamenti ad internet, installazioni di reti domestiche o per uffici, installazioni sistemi operativi, ripulitura da virus e malware senza farvi perdere neppure un file e tutto quello che riguarda il mondo dei personal computer, Videosorveglianza con telecamere a circuito chiuso e wifi con consultazione anche tramite internet e/o sul vostro smartphone. A vostra disposizione oltre al servizio a domicilio, offriamo anche la Teleassistenza Remota per problemi di Virus e Windows. Realizziamo anche siti statici e dinamici per tutte le tasche per Privati ed Aziende con ottimizzazione per i motori di ricerca. Inoltre siamo Partner SkyDsl e per i clienti che non hanno copertura ADSL, vi facciamo "piombare" dal cielo il segnale (servizio offerto in tutta Italia). Questi sono solo alcuni dei servizi che offriamo.

INTERVISTE AZZURRE

15 DICEMBRE 2017

Jorginho: «Sogno lo scudetto ogni sera». Il centrocampista azzurro pensa alla sfida contro il Torino: «È in salute, vengono da un risultato importante, sono carichi e magari pensano che siamo in calo...»
NAPOLI - «Il Napoli sta bene anche se sembra in un momento di difficoltà ma siamo sulla strada giusta per tornare a fare punti». Intervistato da Tv Luna, Jorginho si lascia scivolare addosso le critiche per le ultime uscite dei partenopei. «Le critiche sono normali, i risultati non sono arrivati nelle ultime partite ma dobbiamo stare sereni e lavorare tanto, è il lavoro che paga. Dobbiamo concentrarci su quello che dobbiamo fare e più che mai dobbiamo essere uniti, anche all'esterno. Abbiamo un percorso che stiamo facendo e non possiamo abbatterci per due partite che non vinciamo. Dobbiamo andare oltre e lo stiamo facendo, siamo convinti di poter fare ancora meglio. Già con la Fiorentina la squadra è tornata a fare quello che faceva prima, abbiamo creato molto, abbiamo messo più intensità, per quello dico che siamo sulla strada giusta».

TESTA AL TORINO - Domani c'è la trasferta al Grande Torino contro i granata di Mihajlovic e l'italo-brasiliano si aspetta «una partita difficile, il Torino è in salute, vengono da un risultato importante, sono carichi e magari pensano che siamo in calo. Ma starà a noi far vedere in campo chi vuole vincere. Noi giochiamo per vincere sempre, quando non ci riusciamo è una delusione anche per noi». In mezzo al campo ci sarà la sfida con l'ex compagno di squadra Valdifiori e a proposito dei comuni trascorsi, Jorginho ci tiene a precisare che fra loro c'era «un falso dualismo, è un bravissimo ragazzo. Si sono dette e si continuano a dire tante cose che non esistono. Con lui avevo un rapporto molto buono, venivamo insieme alle partite. C'era competizione ma sana, che fa bene alla squadra, al gruppo». E sui festeggiamenti che potrebbero esserci a Napoli in caso di scudetto, confessa: «Ci penso ogni sera, ho solo saputo cosa succede, ma viverla... Ho già sognato i palazzi in blu».
CDS

De Laurentiis: «Donnarumma? Quando Lavezzi venne da me...». Il presidente: «La società deve avere la forza, dipende da come fai i contratti. Lo stadio? Il Comune non ci permette di investire»
ROMA - "Come mi sarei comportato sul caso Donnarumma? Lo avrei saputo prima". Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, parlando della situazione del giovane portiere milanista ai microfoni di Radio 24. "Quando Lavezzi venne da me dicendo che voleva andare via io dissi: 'Adesso tu stai calmo, stai tranquillo. Ti comporti da giocatore del Napoli, stai un altro anno con noi e se poi io riuscirò a piazzarti da qualche parte, che a te vada bene, al prezzo corretto e giusto per il quale io ti devo piazzare, andrai via. Altrimenti rimani a Napoli'. E lui obtorto collo acconsenti' - ricorda il numero uno del club partenopeo, secondo in classifica alle spalle dell'Inter - La società deve avere la forza, dipende da come fai i contratti. I miei nascono dal cinema e sono di 120 pagine, gli altri cercano di farli con il lapis su due pagine prestampate". "Lui, forse, è rimasto pensando di avere una vita più facile durante il campionato. In realtà, poi, questo è un campionato molto duro, complicato, dove in alto ci stanno cinque squadre che se la contendono - prosegue sul tema De Laurentiis - Forse a Donnarumma pesa di pù dover parare davanti a una porta così, dove gli altri dieci lui magari non li considera così in maniera eccezionale, come chimica. Gattuso per Montella? Questa squadra non ha avuto tempo di plasmarsi. Hanno dovuto cambiare addirittura allenatore, hanno preso un allenatore con una grandissima grinta e con una grandissima personalità".

LO STADIO - "Il Comune non ci permette di investire nello stadio, neanche per riparare quelle cose occorrenti che servono a renderlo funzionale", dice De Laurentiis sul Comune di Napoli. De Laurentiis spiega: "La Corte dei Conti non ci farebbe mai rimborsare i soldi dal Comune. Ma il Comune non investe, dice che ha aperto un finanziamento con il credito sportivo, ma in realtà di questo finanziamento io ho visto utilizzare ben poco". "L'assurdità, poi, è che adesso ci saranno le Universiadi con più di 200 milioni e vogliono investire 4 milioni per rifare la pista di atletica - aggiunge De Laurentiis - Ma dico: fatela da un'altra parte. Il mio vecchio progetto, che loro non hanno nemmeno considerato, è di portare tutto lo stadio a bordo campo. Pensate quale impatto avrebbe avuto...".
CDS

14 DICEMBRE 2017

Mertens: «Senza Sarri non saremmo dove siamo adesso». L'attaccante belga indica la strada per tornare a sorridere: «Momento difficile, ma è adesso che si vede la forza del gruppo»
NAPOLI - «È un momento difficile ma in questi momenti si vede la forza di un gruppo». Nell’intervista rilasciata a "Canale 21", Dries Mertens indica la strada per uscire dal primo periodo complicato della stagione: «In questi momenti devi allenarti forte, continuare e mai mollare. Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine». Dopo due sconfitte e un pareggio, la polizza migliore per tornare a sorridere è come al solito Sarri: «Secondo me senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali».

LA VITA A NAPOLI - Mertens ha parlato anche della sua vita a Napoli: «Mi piace vivere qui, è molto diverso dal Belgio. Quando sono arrivato qui mi hanno sempre trattato bene, la gente mi ha aiutato a trovare casa e soprattutto a sentirmi a casa. Dispiace per l’uscita dell’Italia dai Mondiali, purtroppo ha trovato la Spagna sul suo cammino e non è riuscita a superarla. Il calcio in Belgio è cresciuto tanto perché ci sono grandissimi talenti».
CDS

Mertens elogia Sarri: "Senza di lui non saremmo lassù, ma non si possono vincere tutte le gare. A Napoli mi sento a casa, Jorginho è il più scemo. Scudetto? Faccio una promessa"
Dries Mertens elogia Sarri in un'intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di Canale 21. Il Belga ha parlato anche del momento degli azzurri. Ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24 nell'intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di Canale 21: "Sicuramente è un momento un po' difficile ma in questi momenti si vede un gruppo e come sei forte. Bisogna uscire da questo momento senza mai mollare. L'eliminazione dalla Champions è difficile perchè vuoi continuare fino alla fine, lo è stato anche un anno fa con il Real. In Europa League vogliamo arrivare fino in fondo"

Mertens elogia Sarri
"Non solo noi abbiamo un momento difficile in campionato, ma tocca a noi fare il meglio. Con questo gruppo stiamo facendo bene. Non siamo stanchi, ma non possiamo vincerle tutte. Vogliamo stare in alto e poi alla fine si vedrà. Non ho mai visto una squadra non avere momenti difficili in un anno. Senza Sarri non saremmo dove siamo ora. Lui fa le sue scelte. Ha preso il Napoli e l'ha fatta una squadra forte con giocatori normali diventati forti. Il merito è suo".

"Non so se sabato giocherà Insigne. Vediamo perchè non si può fare troppo velocemente il recupero sennò si rischiano ricadute. A me piace vivere a Napoli che è un po' diverso dal Belgio. Fin dal mio arrivo mi hanno aiutato a trovare a casa e soprattutto a sentirmi a casa. Della cucina napoletana mi piacciono tante cose anche se sono a dieta. Quando vengono miei amici dal Belgio mangiano la mozzarella di bufala. Sto imparando a cucinare, ma non ho il tempo di prepararmi. Quello che scherza di più? Il più scemo è Jorginho che mi fa sempre ridere così come Jorginho e Allan. Il mio nome è Dries, mi fa piacere il paragone con Maradona perchè significa che sto facendo bene ma voglio fare sempre meglio e dare tutto così come i miei compagni".

"Il calcio belga è andato avanti perchè abbiamo giocatori forti. La qualificazione dell'Italia è sempre stata dura perchè avevano la Spagna. E' stata una gara difficile. De Laurentiis ha ragione che i primi si vedono alla fine. Ci crediamo sempre allo scudetto dando il massimo in tutte le gare. Posso promettere ai tifosi che faemo tutto per vincere. Il prossimo gol? Speriamo sabato"
CALCIONAPOLI24

Diawara: "A Torino per fare punti e ripartire". Amadou ai microfoni di Radio Kiss Kiss: stiamo lavorando per tornare al successo ed al top del rendimento
"A Torino vogliamo fare punti e ripartire per riprendere la nostra strada al vertice". Amadou Diawara, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, esprime i propositi per la trasferta di sabato e analizza il momento azzurro:

"Siamo un gruppo unito, anche ieri sera alla cena siamo stati bene e sappiamo tutti che dobbiamo lavorare come sempre per tornare al top della condizione".

"Un momento meno brillante può capitare a tutte le squadre nell'arco di una stagione, ma noi sappiamo benissimo cosa possiamo dare e siamo consapevoli delle nostre potenzialità".

"Sabato avremo un match durissimo contro una squadra forte, però vogliamo fare una grande prestazione per dimostrare il nostro vero valore".

Sei giovane ma rappresenti già una certezza per il Napoli: "Per me essere qui è un sogno, giocare in una realtà così importante è il massimo. Ho trovato dei compagni eccezionali ed un allenatore che mi aiuta a crescere giorno per giorno. Io voglio ripagare la stima dando il mio contributo per raggiumgere un traguardo di prestigio".

Che regalo vorresti per Natale? "Io mio regalo ce l'ho già ed è il Napoli. Sono felicissimo di essere in questo Club ed in questa città meravigliosa..."
SSCNAPOLI

12 DICEMBRE 2017

Ghoulam: Il Napoli lotterà per lo scudetto fino alla fine. L’esterno algerino alla presentazione del film di De Laurentiis: «Sono molto felice del rinnovo, vogliamo andare avanti anche in Europa League»
ROMA - Faouzi Ghoulam corre verso il rientro in campo. Oggi l’esterno algerino è stato visitato a Villa Stuart dal professor Mariani, il recupero dopo la ricostruzione del legamento crociato procede nel migliore dei modi. In serata poi il numero 31 azzurro è stato uno degli ospiti illustri a Cinecittà alla presentazione del film di De Laurentiis “Super vacanze di Natale”: «Il presidente ci ha dato tutti i dvd dei cinepanettoni, ma sono tantissimi, quindi è difficile riuscirli a vedere tutti».

SCUDETTO E COPPE - Ghoulam al CorrieredelloSport.it ha poi fatto il punto sul momento del Napoli: «In campionato siamo secondi a un punto dal primo posto e la Juve quest’anno non sta dominando. È tutto ancora aperto. Il Napoli puó giocarsela fino alla fine per lo scudetto, noi daremo sempre il massimo per vincere qualcosa per questa città che lo merita. La Champions? Siamo delusi dall’uscita perché ascoltare la musica all’inizio della partita e l’urlo di tutto lo stadio ci piaceva moltissimo. Ci spiace soprattutto per i tifosi e per noi che ci tenevamo. Abbiamo però ancora l’Europa League e posso garantire che daremo il massimo. Per noi cambia poco, giocheremo sempre tre partite alla settimana».

RINNOVO - Non giocare per un lungo periodo non è mai facile: «È difficile per me restare fuori - confessa Ghoulam - ma sono momenti che possono accadere nella nostra carriera e mi faranno crescere a livello mentale. Ora mi sento benissimo e sono molto, molto felice del rinnovo. A Napoli sono legato e sono orgoglioso di poter rappresentare i tifosi e le persone di Napoli ancora per anni».

SARRI - Chiusura con elogio a Sarri: «Per me è stato fondamentale, grazie a lui sono molto cresciuto negli anni e ho trovato una continuitá che nel mio ruolo è fondamentale».
Simone Zizzari
CDS

De Laurentiis: «I primi si vedono alla fine». Il presidente del Napoli alla conferenza stampa di presentazione del film "Super Vacanze di Natale": «Sotto l'albero quest'anno c'è meno cinema e più calcio e da imprenditore non posso essere contento»
ROMA - «Essere primi è importante, ma i primi si vedono alla fine e non all'inizio. Sotto l'albero quest'anno c'è meno cinema e più calcio e io, da imprenditore, non posso essere contento per questo: il calcio sottrae spettatori al cinema». Così il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, a margine della conferenza stampa di presentazione del nuovo film della Filmauro
Lo striscione della Curva B per il Napoli: «Rialzati e prendi fiato» Lo striscione della Curva B per il Napoli: «Rialzati e prendi fiato»
"Super Vacanze di Natale", proiettato per la stampa oggi al cinema Savoy a Roma, a chi gli chiedeva che cosa si aspetta dalla sua squadra data la seconda posizione in classifica.

Neanche durante la presentazione dell'ultimo film di Natale il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha potuto dimenticare il suo ruolo sportivo. A margine della conferenza stampa di presentazione di "Super Vacanze di Natale", presso il cinema Savoy a Roma, infatti, alcuni tifosi giallorossi hanno notato De Laurentiis all'interno del cinema a fare una intervista e gli hanno urlato: "Aurè, forza Roma!". "Lo vorrebbe inseguire?", gli li hanno chiesto scherzando i giornalisti e il presidente del Napoli ha risposto: "Ma no, anche perché, per il momento, sono loro che inseguono noi".
CDS

10 DICEMBRE 2017

Sarri: "Ho visto tanta intensità e determinazione. Ci è mancato solo il gol"
"Ho visto tanta intensità e determinazione da parte della squadra. Ci è mancato solo il gol". Maurizio Sarri analizza così la gara del San Paolo.

"Abbiamo messo sotto la Fiorentina per gran parte della partita. Abbiamo avuto almeno 5 occasioni per segnare. La squadra ha ritrovato ritmo e spinta, questo è un segnale positivo".

"Abbiamo creato tanti presupposti per andare in gol, ho rivisto il movimento senza palla e la qualità di palleggio che non avevo ritrovato nelle ultime due uscite".

"I dati fisici sono confortanti e dal punto di vista di qualità e quantità stiamo dando tanto. Forse solo a livello mentale siamo un po' meno brillanti, ma la gara di oggi è confortante e mi fa pensare che stiamo riprendendo la strada giusta".

"In questi momenti è chiaro che conta anche il risultato, però non bisogna farsi prendere dal timore e dalla sfiducia perchè stiamo ritrovando la nostra migliore espressione di gioco".

Su Zielinski al posto di Insigne: "Piotr nasce attaccante, poi si è trasformato in trequartista e centrocampista. Per noi è l'alternativa migliore a Insigne, non essendoci Milik che poteva dare spazio a diverse soluzioni. Oggi si è mosso bene ed ha avuto anche occasioni per segnare".

"Il calcio è come la vita, prima o poi i momenti difficili possono arrivare ma si alternano anche con quelli positivi. Dobbiamo avere la forza di reagire e proseguire con la convinzione di poter fare bene, così come abbiamo fatto fino a qualche partita fa. I forti sono quelli che sanno rialzarsi e reagire..."
SSCNAPOLI

Koulibaly: "Dobbiamo accettare il punto e pensare positivo"
"Dobbiamo accettare il punto conquistato e guardare al futuro con positività". Kalidou Koulibaly abbraccia la filosofia del positivismo dopo il pareggio tra Napoli e Fiorentina.

"Abbiamo affrontato una squadra ben organizzata e che ci ha anche procurato insidie a tratti. La Fiorentina è un avversario di qualità e credo che bisogna anche interpretare bene un pareggio".

"Sicuramente abbiamo avuto più occasioni noi e non siamo stati bravi a concretizzarle. Forse ci vuole più velocità di gioco però oggi abbiamo ritrovato la nostra manovra".

"Bisogna gardare avanti coscienti della nostra forza e con la stessa fiducia che avevamo prima. Sabato ci aspetta un altro incontro molto difficile e bisognerà dare il massimo a Torino"
SSCNAPOLI

Mertens: "Ci è mancata un po' di fortuna"
"Oggi ci è mancata un po' di fortuna". Dries Mertens commenta così a caldo lo 0-0 del San Paolo.

"Di occasioni per segnare ne abbiamo avute, ma non siamo stati bravi a metterla dentro. Se avessimo fatto il primo gol, poi sarebbe cambiata la partita".

"Non era facile scavalcare la difesa chiusa della Fiorentina, però noi siamo riusciti a metterli in difficoltà dominando soprattutto nel secondo tempo. Mi spiace di non aver fatto gol però bisogna reagire".

"Dobbiamo proseguire tutti uniti sulla nostra strada e lavorare per tornare ancora più forti di prima"

"Peccato, oggi poteva essere un giorno importante ma dobbiamo guardare avanti con fiducia. In questo momento delicato abbiamo ancora più bisogno del supporto dei nostri tifosi..."
SSCNAPOLI

SOLOLOASERIEA.IT © 2007-2017 P. IVA 02570110649 TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI
Torna ai contenuti